Moretti insultata in un bar, lei torna con i carabinieri e denuncia l’avventore

ultimo aggiornamento: 15/01/2015 ore 08:07

157

Moretti insultata in un bar

«Non sono uno psicopatico, ho solo mandato a lavorare la Moretti: in questi giorni doveva essere a Bruxelles a votare contro gli ogm, invece era al bar a comprare frittelle». Racconta Paolo Forza al Corriere.

Paolo Forza è l’uomo che avrebbe “aggredito verbalmente” Alessandra Moretti. Il fatto è accaduto lunedì mattina in una pasticceria del centro di Vicenza.
Alessandra Moretti, candidata alle prossime regionali per guidare il Veneto per il centrosinistra, entra nel bar pasticceria, assieme a lei i suoi due figli.


Stando al suo racconto, un uomo sui 45 anni inizia gratuitamente a prendersela con lei con frasi tipo: «Voi politici non fate niente, fate schifo, andate a lavorare…» e via dicendo.
La pasticceria è piena di gente, la scena è imbarazzante e offensiva. La titolare del negozio cerca di calmare l’uomo ma gli improperi continuano.

La Moretti prova di far buon gioco cercando di parlare allo socnosciuto, ma poi chiama i vigili. All’arrivo degli agenti il contestatore, però, se n’era andato, così la candidata del centrosinistra è ritornata in pasticceria il giorno seguente accompagnata dai carabinieri e l’uomo è stato identificato.

«L’ho solo mandata a lavorare, non le ho detto che è un’imbecille» ha detto l’uomo al Corriere del Veneto. «In questi giorni doveva essere a Bruxelles e invece era al bar a comprare le frittelle. Prende ventimila euro al mese e siamo noi che la paghiamo. Ho solo agito da cittadino qualunque».


Alessandra Moretti farà querela contro il “contestatore”, mentre l’uomo non avrebbe fatto marcia indietro neanche davanti ai militari dell’Arma: «Spero che mi denunci così la gente saprà che perde tempo invece di lavorare».

Francesca Chiozzotto

[14/01/205]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

  1. Onore e riconoscenza per lo “sconosciuto” 45enne denunciato per aver sollecitato a fare il proprio dovere un superpagato rappresentante del popolo che , stando a quanto sostiene l’emittente radiofonica di Confindustria, parrebbe in una botte di ferro invece, per quanto riguarda l’elezione in veneto!
    Siamo stanchi delle prese pelcubo……manco più indignarsi si può?

Please enter your comment!
Please enter your name here