COMMENTA QUESTO FATTO
 

Mestre, furgone ostruisce la strada, lampeggia e viene aggredito con mazza da baseball

Alle 22.00 di ieri sera la sala operativa ha inviato un via Piraghetto due volanti, a seguito della segnalazione effettuata dalla sorella di una donna in difficoltà a causa della aggressività del compagno.

La donna in questione era stata contattata da un conoscente un’ora prima perché andasse al bar “L’altro Verdi” a recuperare i propri cani, che il compagno in evidente stato di alterazione alcolica stava maltrattando.
Giunta al bar intorno alle ore 21.00 la donna ha trovato gli operatori di Polizia che stavano cercando di calmare il soggetto esortandolo a rincasare, i quali hanno affidato i cani alle sue cure.

Considerato lo stato di ebbrezza evidente dell’uomo, la donna rientrava a casa da sola, portando con sé gli animali. Quarantacinque minuti dopo il suo ritorno a casa mentre era al telefono con la sorella, sopraggiungeva il fidanzato, ancora fortemente alterato dall’alcol e molto aggressivo, che cercava di rientrare nell’appartamento, ma la donna impaurita ne impediva l’accesso.

Al rifiuto la reazione dell’uomo diventava violenta, concretizzata con colpi alla porta ed imprecazioni. A questo punto la sorella della donna, dall’altro capo del telefono, preoccupata per il degenerare della situazione, ha chiamato la polizia con un altro cellulare.

Giunte sul posto le volanti hanno trovato l’uomo fuori in giardino che prendeva a calci e pugni la porta di casa. Non appena ha visto arrivare la polizia, invece di calmarsi, dirottava sugli operatori la propria aggressività, urlando loro oltre ad improperi anche di uscire immediatamente dalla sua proprietà.

Uno dei poliziotti, al contrario, è riuscito ad entrare nell’appartamento per assicurarsi che la donna stesse bene, gli altri all’esterno cercavano in tutti i modi di riportare il giovane alla ragione, il quale, di tutta risposta, continuava con gli insulti e le minacce ed afferrava per il collo uno degli agenti, spingendolo contro una parete.

A questo punto i poliziotti hanno utilizzato lo spray al peperoncino per neutralizzare l’uomo che è stato successivamente bloccato con le manette di sicurezza.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Condotto negli uffici di polizia è stato identificato per C.M.A. cittadino italiano di 37 anni, nato in Cile, con precedenti per reati di stupefacenti e contro il patrimonio, il quale è stato arrestato per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale e deferito all’A.G. per oltraggio a pubblico ufficiale.

In merito al comportamento violento avuto nei confronti della fidanzata, che è stata più volte minacciata verbalmente in presenza dei poliziotti, è stato attuato il previsto protocollo EVA.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here