22.8 C
Venezia
venerdì 24 Settembre 2021

Mestre: rapina nel sottopassaggio con coltello da cucina, arrestati marocchino e tunisino

HomeMestre e terrafermaMestre: rapina nel sottopassaggio con coltello da cucina, arrestati marocchino e tunisino

Mestre: rapina nel sottopassaggio con coltello da cucina, arrestati marocchino e tunisino

Venezia-Mestre: rapina nel sottopassaggio ciclopedonale della stazione ferroviaria di Mestre. La polizia arresta un marocchino e un tunisino. Un’altra rapina a Mestre ai danni di chi camminava pacificamente.

Nel pomeriggio di giovedì a Mestre un cittadino marocchino, B.M., residente a Marcon, è stato rapinato del proprio cellulare mentre stava percorrendo il sottopassaggio ciclopedonale della stazione ferroviaria.

Inizialmente ad aggredirlo è stato un suo connazionale, B.K di 19 anni, che, cogliendolo di sorpresa, lo ha bloccato minacciandolo con un coltello da cucina e il suo complice T.O di 20 anni, di origine tunisina, si è così avvicinato alla vittima, gli ha strappato dalle mani lo smartphone, lo ha colpito al volto con una violenta gomitata per poi fuggire velocemente.

Subita la rapina, B.M. è riuscito a chiamare gli agenti della Squadra Volante che grazie ad indagini mirate sono riusciti in breve tempo ad individuare i due criminali che sono stati condotti presso gli uffici della locale Questura, dove a seguito di perquisizione, è stato rinvenuto il telefono oggetto della rapina che prontamente è stato restituito al legittimo proprietario.

B.K e T.O., entrambi irregolari e con numerosi precedenti di polizia, sono stati arrestati.

Venerdì il Tribunale di Venezia nell’udienza di convalida ha scarcerato T.O. mentre per B.K. il Giudice ha concesso i termini della difesa e ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere in attesa del processo che si terrà il 19 luglio p.v.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor