Baby gang, appena inviati in comunità sono fuggiti

VENEZIA/MESTRE: DUE LADRI ALBANESI SI CALANO DAL POGGIOLO PER TENTARE LA FUGA, MA AD ATTENDERLI C’E’ LA POLIZIA. ARRESTATI.

Sono le 20:30 a Mestre del 31 ottobre, quando la Sala Operativa della locale Questura dirama una nota per furto in atto in un appartamento in Viale San Marco.

Due agenti del Commissariato di Mestre, in servizio di volante, si precipitano immediatamente sul posto: uno dei due apre con una spallata la porta dell’appartamento, bloccata con un divano; l’altro si apposta all’esterno dell’edificio.

Dopo pochi secondi, il poliziotto appostato vede calare dal balcone un sacco con la refurtiva, e subito dopo scendere i due malviventi.

I due soggetti, entrambi albanesi del 1992, senza fissa dimora e con precedenti specifici per il reato di furto, dapprima si guardano intorno alla ricerca di una via di fuga, ma subito vengono accerchiati dagli agenti di Mestre e da altri due agenti giunti in ausilio, e sono costretti ad arrendersi.

Addosso ai due, perquisiti dalla polizia, sono stati rinvenuti un cacciavite di grosse dimensioni, alcune mollette da bucato e un paio di orecchini di perle.

Per loro sono dunque scattate le manette.

Il giorno seguente processo per direttissima: per uno dei due albanesi il Giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere, per il secondo gli arresti domiciliari nell’abitazione di Rimini

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here