venerdì 21 Gennaio 2022
1 C
Venezia

Mestre: coppia di banditi aveva rapinato e sfregiato una ragazza. Arrestati

HomeMestre violentaMestre: coppia di banditi aveva rapinato e sfregiato una ragazza. Arrestati

Cavallino - Treporti: lite famigliare, ma ha armi e pallottole in casa, denunciato

A Mestre una coppia di delinquenti aveva rapinato e sfregiato sul volto una ragazza, un fatto che per gravità percepita aveva molto allarmato la cittadinanza. L’aggressione era avvenuta a metà novembre.

Gli sviluppi dell’indagine nel pomeriggio di ieri, quando i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri hanno tratto in arresto in pieno centro a Mestre Donadini Luca, 40enne di origini padovane, ma senza dimora fissa ( con precedenti di polizia), ed il suo “compare” Miranda Matos Jose Luis, 47enne, cubano ( dotato dello stesso “curriculum”).

Nel pieno centro di Mestre (via Felisati laterale di via Piave) era accaduto, infatti, che una giovane cuoca era stata aggredita da due delinquenti. La coppia, nel tentativo di rapinarla, la colpirono a più riprese con calci alla schiena e schiaffi.

La rabbiosa reazione a causa del tentativo di reazione della ragazza, tanto i due malviventi non avevano esitato ad estrarre persino un coltello con cui avevano ferito la malcapitata al volto, procurandole un profondo segno che le rimane tutt’ora a ricordo della triste vicenda. I due sono poi fuggiti abbandonandola a terra.

La ragazza, oltre a farsi medicare le ferite, denunciava tutto ai Carabinieri della Compagnia di via Miranese.

Gli investigatori, nel corso delle serrate indagini, raccoglievano le testimonianze dell’aggredita nonché una loro – per ovvi motivi – sommaria descrizione.

I Carabinieri si ponevano subito all’opera per rintracciare la coppia di delinquenti che, nella fuga, erano stati fuggevolmente immortalati da alcune telecamere di videosorveglianza. Gli aggressori, grazie ad una sapiente opera di ricostruzione – verifica – confronto, sono stati alla fine individuati con ragionevole certezza dai Carabinieri, che davano un nome a quei volti che poi furono riconosciuti senza ombra di dubbio dalla vittima.

I due sono sbandati, ai margini della società e gravitano inevitabilmente a ridosso delle zone più tristemente famigerate di Mestre, ovvero il “quartiere Piave” con tutte le sue diramazioni, ove trascorrono gran parte del tempo, in cerca di sbarcare il lunario.

Anche in questo caso, non sono mai stati chiariti i motivi dell’aggressione e soprattutto dell’accanimento contro la ragazza, colpevole soltanto di aver resistito al tentativo di rapina per conservare gli effetti personali e la borsa della spesa.

Il lavoro dei Carabinieri è stato infine catalizzato in una ricca e dettagliata informativa all’Autorità Giudiziaria, che – non potendo non riconoscere la bontà del quadro accusatorio predisposto – ha emesso una duplice ordinanza di custodia cautelare in carcere per i due, accusati dei gravi reati di Rapina e Lesioni personali aggravate in concorso e porto abusivo del coltello a carico dell’italiano.

La coppia è stata quindi rintracciata e dichiarata in stato di arresto, con successiva traduzione presso il carcere di Venezia.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

Quando i no vax finiscono in ospedale e cambiano idea sul vaccino. Di Andreina Corso

Aumentano di giorno in giorno le persone contrarie al vaccino, colpite dal Covid, che dopo un’esperienza ospedaliera traumatica scelgono di vaccinarsi e cercano di convincere gli altri a fare altrettanto. Quando la malattia ancora non ti tocca, quando ti è sconosciuta la...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

Mauro da Mantova è morto. L’ospite della trasmissione ‘La Zanzara’ non ce l’ha fatta

Mauro da Mantova è morto ieri a Verona. Era ricoverato dal 10 dicembre, quasi subito era entrato in condizioni critiche e, alla fine, non c'è stato niente da fare. Mauro da Mantova, "ospite-incursore" della trasmissione radiofonica "La Zanzara" è spirato all’ospedale Borgo...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".