5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
15.7 C
Venezia
venerdì 07 Maggio 2021

Mestre: arrestata coppia con eroina in casa per lo spaccio

Homelotta agli stupefacentiMestre: arrestata coppia con eroina in casa per lo spaccio

mestre coppia arrestata per eroina 090120

Nella tarda serata di ieri 8 gennaio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Mestre, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, una coppia domiciliata a Mestre.

La donna, italiana, classe 1984 e lui tunisino, del 1988, sono in realtà ‘vecchie conoscenze’ delle forze di polizia, poiché entrambi con precedenti specifici.

Da diversi giorni che i Carabinieri stavano monitorando i movimenti dei due nella zona Terraglio/Favorita e del centro di Mestre, in particolare nel quartiere Piave.

Osservazioni e pedinamenti hanno consentito di individuare pochi giorni fa la base dei pusher, un appartamento sito in Via Gioberti a Mestre.

Ieri sera è scattato il blitz. I Carabinieri dopo aver seguito i due per tutto il pomeriggio arrivano davanti alla porta dell’appartamento e dopo aver circondato l’area circostante, hanno bloccato i due sospetti accedendo all’appartamento.

All’interno dei locali sono stati rinvenuti, anche grazie all’ausilio delle unità cinofile della Polizia Locale di Venezia, oltre un ettogrammo di Eroina, confezionati in due sassi conservati in una cassettiera polverosa. I sensibilissimi nasi a “tartufo” dei cani antidroga hanno subito fiutato lo stupefacente nascosto.

I militari hanno poi recuperato anche tutto il materiale necessario al confezionamento delle dosi: ritagli e rotoli in cellophane per la realizzazione delle classiche dosi da strada.

Sono stati rinvenuti e sequestrati dai Carabinieri anche i classici bilancini fondamentali per la pesatura delle dosi, il coltello e i telefoni cellulari “dedicati” con i contatti dei vari clienti.

Insieme al materiale sono stati sequestrati anche quasi 1.500 Euro, segno della fiorente attività di spaccio in corso.

Per il pusher straniero, dopo le formalità di rito, si sono aperte le porte della casa circondariale di Santa Maria Maggiore, a Venezia, mentre al donna è stata posta agli arresti domiciliari presso la sua abitazione a Mogliano, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Gli investigatori sospettano che, a causa della qualità dello stupefacente sequestrato, la cellula fossa attiva nello smercio del pericoloso stupefacente tra i tossicodipendenti del centro di Mestre.

Le attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti sulle aree sensibili della terraferma in atto da tempo proseguiranno senza sosta da parte dei Carabinieri della Compagnia di Mestre su tutto il territorio di competenza.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor