Messina ancora senza acqua, governo invia protezione civile

ultimo aggiornamento: 04/11/2015 ore 19:47

183

Messina ancora senza acqua, governo invia protezione civile

Messina senza acqua. Di nuovo.
Si è rotta nuovamente per una frana la condotta di Fiumefreddo a Calatabiano che porta l’acqua alla città di Messina.
La tubazione nei giorni scorsi, dopo che la città era rimasta a secco per oltre una settimana, era stata riparata dai tecnici dell’Amam. L’erogazione dell’acqua verso Messina é stata interrotta nuovamente.

Diversi quartieri di Messina sono già senz’acqua dopo la nuova rottura della condotta, parte del Viale San Martino, via Garibaldi, viale Giostra e Annunziata dove si stava riprendendo da qualche giorno la normale erogazione sono già con i rubinetti a secco.
Se il guasto non verrà riparato nelle prossime ore gran parte della città sarà di nuovo senz’acqua. Solo le abitazioni che si riforniscono dall’acquedotto della Santissima, come nella fase della prima emergenza idrica, continueranno ad avere l’acqua. Appena si è diffusa la notizia della rottura della condotta alcune persone si sono messe in fila davanti alle autobotti.


A causa della nuova emergenza di Messina senz’acqua, il governo ha inviato sul posto la Protezione civile nazionale. “Alla luce del verificarsi di nuove criticità nell’erogazione idrica a Messina e del perdurare di pesanti disagi per la cittadinanza, la Presidenza del Consiglio ha disposto l’immediato invio in loco di uomini della Protezione civile nazionale, coordinati sul posto dal Capo della struttura, ingegner Fabrizio Curcio” ha reso noto il comunicato di Palazzo Chigi.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here