Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
3.2C
Venezia
giovedì 04 Marzo 2021
HomeNotizie NazionaliMeningite, i casi in Toscana e il parere dell'esperto

Meningite, i casi in Toscana e il parere dell’esperto

Meningite, i casi in Toscana e il parere dell'esperto

Il giovane di Bagno a Ripoli ricoverato da nove giorni nel presidio Ospedaliero Santa Maria Annunziata a seguito di infezione da meningococco di tipo C sta lentamente migliorando. Se l’andamento clinico si confermerà presto sarà dimesso e potrà tornare a casa. Lo riferisce in una nota La Usl toscana centro.

La ragazza americana, ricoverata al Santa Maria Nuova da giovedì scorso, sempre per meningite, e trasferita nel reparto di malattie infettive invece è in fase di dimissione. Resta invece stazionario il quadro clinico del paziente di 75 anni di San Miniato ricoverato dal 5 febbraio scorso a Empoli.

La meningite per meningococco del ceppo C (il più aggressivo) è la causa della maggior parte dei casi di meningite registrati negli ultimi mesi in Toscana: un batterio contro il quale è prevista la vaccinazione, da circa dieci anni, per la fascia dei bambini e adolescenti, ma la protezione dei più piccoli ”non è evidentemente bastata a garantire, con un ‘effetto gregge’, anche la protezione di adulti e anziani”.

L’aumento di infezioni in alcune zone della regione è spiegato dal direttore del dipartimento Malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanita’ (Iss), Gianni Rezza.
Il ceppo C, spiega Rezza, ”è molto virulento e può essere anche causa di setticemie, ovvero di infezioni generalizzate nell’organismo”. Ciò che ”colpisce nella situazione registrata in Toscana – sottolinea l’esperto – è che nonostante l’infezione sia sotto controllo tra i bambini e gli adolescenti, già vaccinati, si continuano invece a registrare casi tra gli adulti e gli anziani”. La ragione di ciò è che ”evidentemente, nonostante con le vaccinazioni si sia creato un ‘argine’ a difesa di bambini e adolescenti, ciò non è bastato a creare un ‘effetto copertura’ anche tra gli adulti e gli anziani, che invece non sono stati vaccinati in passato”.

Per la meningite già nei mesi scorsi, rileva Rezza, ”era stata avviata in Toscana una intensificazione delle vaccinazioni contro il meningococco C, ma sempre nella fascia degli adolescenti, e ciò ha portato buoni risultati dal momento che non si registrano casi di infezione in questa fascia di età”. Ora, con la vaccinazione intensiva decisa oggi al ministero della Salute per le aree della Toscana più colpite, ”si punterà invece ad attuare una maggiore copertura vaccinale proprio tra le fasce di età più adulte, che al momento sono le più a rischio”.

La meningite, spiega l’esperto, è infatti un’infezione che interessa il sistema nervoso, in particolare le meningi che sono il rivestimento, e può essere determinata da virus o batteri: i più aggressivi sono proprio i batteri e, tra questi, il meningococco C e B, lo pneumococco e l’Haemophilus Influentiae di tipo B. Per questo l’obiettivo è dunque quello di arrivare ad un effetto di protezione esteso su tutta la popolazione contro una patologia particolarmente temuta.

La malattia ha una progressione in molti casi rapidissima e dei sintomi che inizialmente assomigliano a quelli dell’influenza prima che se ne verifichino altri, come macchie o rigidità nucale, che arrivano spesso quando è ormai tardi. Fondamentali sono quindi le vaccinazioni: ”A un anno di vita – afferma Rezza – si può effettuare la vaccinazione contro il meningococco di tipo C, in una sola dose anche se è tema di discussione l’opportunità di prevedere dei richiami, e poi, dal 1 gennaio 2014, è possibile effettuare anche quella contro il meningococco B, che è gratis solo in alcune regioni”.

La vaccinazione contro il meningococco C, precisa l’epidemiologo, ”è comunque stata introdotta solo da una decina di anni”. Esistono anche altri ceppi di meningococco, quelli A, W e Y: ”Contro questi ceppi, più diffusi all’estero – conclude Rezza – è possibile effettuare la vaccinazione, facoltativa, durante
l’adolescenza”.

Monica Manin
10/02/2016

(cod meningitos)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...