COMMENTA QUESTO FATTO
 

Masso sui binari

Il 29 gennaio scorso aveva rischiato di bloccare un treno regionale di pendolari sulla linea ferroviaria Venezia-Milano, ponendo un masso sui binari, un laterizio di cemento all’altezza di Spinea-Fornase, e ieri i Carabinieri di Mestre e Spinea, hanno individuato il responsabile dell’atto vandalico. Si tratta di un 15enne residente in zona.

Dopo questo atto e il ritrovamento di una molotov in un pozzetto adiacente il binario alla stessa altezza, scoperto tre giorni fa, le forze dell’ordine avevano iniziato a fare le prime indagini ed hanno scoperto che quel masso è stato trasportato dall’adolescente.

Ad insospettirli la modalità del sabotaggio, completamente diversa nei due casi. L’obiettivo del 15enne è stata la linea regionale, mentre lunedì scorso è stata colpita la linea Tav. Quel masso ha solamente provocato disagi al traffico ferroviario, mentre la molotov avrebbe causato danni alla linea.

I militari di Spinea, conoscendo quel 15enne per averne già combinate in passato ed ora seguito dai servizi sociali, hanno pensato di controllare cosa stesse facendo quel giorno. Il ragazzino all’inizio ha negato, poi, però, messo alle strette, ha confessato.

Il quindicenne ha raccontato che quella sera era uscito con un amico per giocare con delle pistole da soft air nella zona di Fornase, poi annoiandosi aveva deciso di provare a posizionare quel laterizio sui binari per vedere che conseguenze avrebbe avuto. Il ragazzo poi ha filmato con il suo cellulare l’impatto del treno contro il masso, in modo da mostrare ai compagni di scuola la sua bravata.

Il 15enne è stato denunciato all’A.G dei Minori di Venezia, dove dovrà rispondere dei reati di danneggiamento ed attentato alla sicurezza dei trasporti.

Redazione

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

26/02/2015

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here