1.6 C
Venezia
martedì 26 Gennaio 2021

Convertirsi alla guerra, i retroscena del primo conflitto mondiale svelati da Isnenghi

Home Libri, recensioni e nuove uscite Convertirsi alla guerra, i retroscena del primo conflitto mondiale svelati da Isnenghi
sponsor

donzelli editore convertirsi alla guerra isnenghi
1915-2015, settant’anni sono passati dall’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale, ma cosa sappiamo veramente del prima e del mentre? Chi sono stati gli artefici dell’entrata? Ce lo spiega il professore emerito dell’Università Ca’ Foscari, Mario Isnenghi, nel saggio Convertirsi alla guerra, edito da Donzelli Editore (pp.288, 20 €).
Tra il giugno 1914 e il maggio 1915, mese di entrata nel primo conflitto bellico mondiale, il nostro Paese cambiò idea e si schierò contro l’Austria e la Germania, si passò in breve tempo dal socialismo al nazionalismo e vi fu una vera e propria rivoluzione militare, culturale ed ideale. Tra chi era d’accordo con l’entrata in guerra, gli interventisti (il popolo di sinistra) e chi non, come il governo di destra guidato da Giolitti (appoggiato dai cattolici e dai socialisti).
È così, con un saggio che si rifà a numerosi testi storici (biografie, lettere personali ecc) che il presidente dell’Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea, Mario Isnenghi, fa luce su quanto accaduto prima della guerra, raccontando come sono andate veramente le cose.

sponsor

Più di tutto, colpisce la scelta dell’autore di voler dar voce ai protagonisti dell’epoca. Attraverso citazioni e testimonianze personali, è infatti possibile accostarsi ai pensieri di interventisti, neutralisti e contrari al conflitto, come il generale Luigi Cadorna, Benito Mussolini, Benedetto Croce, Giacomo Matteotti, solamente per citarne alcuni.
Non solo uomini però, l’attenzione di Isnenghi va anche ad alcune figure femminili come Maria Rygier ed Ernesta Bittanti, moglie di Cesare Battisti. La prima, femminista al principio, poi fautrice del “la donna deve stare al focolare”, Ernesta invece, madre di tre figli, ma sostenitrice ideologica del marito.
Due sono poi le figure prese in considerazione maggiormente dall’autore, oltre a quella del comandante militare: il sacerdote e il giornalista. Il primo aveva il compito di incitare e non far perdere le speranze ai soldati in linea trincerata, il secondo ascoltando le loro storie di vita, componeva i cosiddetti “giornali di trincea”.
Poco spazio al post guerra, ma grazie alle testimonianze dei suoi protagonisti e alle riflessioni, certo non sempre facili da comprendere, soprattutto per l’uso di un linguaggio aulico, ma pur sempre utili per far luce e vedere il primo conflitto mondiale dall’interno, senza ciò che spesso ci viene nascosto e che non si trova sui libri di scuola.

commercial

Alice Bianco

Riproduzione vietata

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...
commercial

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...
sponsor

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...
commercial

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...

Una famiglia distrutta. Tragedie del Covid, tragedie a cui manca un perché

Una famiglia distrutta dal Covid. Sterminati i genitori e il figlio. Una tragedia del Veneziano, della nostra provincia, al punto che ha fatto dire...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.