Marinai dei vaporetti, ora anche il “tirasime bancario”

ultimo aggiornamento: 12/01/2015 ore 07:51

487

Marinai vaporetti tirasime bancario

Caro Direttore,
alcuni marinai dell’ ACTV non finiscono di sorprendere. Sono pochi, per fortuna, ma con il loro comportamento gettano discredito immeritato a coloro, purtroppo non tantissimi, che meritano l’encomio per la loro disponibilità nei confronti degli utenti a bordo.

Dopo il “tirasime ginecologo” oggi ho assistito allo show di un “tirasime bancario” che ha redarguito aspramente una signora che aveva osato pagare il biglietto a bordo con una banconota da 10 euro.
“ A bordo dove’ vignir co li schei contai, gave’ capio… no’ semo minga na’ banca noialtri!”


Il comportamento eroico del “tirasime bancario” si commenta da solo e, pertanto, qualsiasi riflessione risulterebbe superflua.
Colgo l’occasione, invece, per “spedire” una esortazione ai “manager di partito” che gestiscono, nel modo che tutti conosciamo, il servizio di trasporto lagunare.
Sarebbe una soddisfazione enorme per tutti i cittadini, se una volta, dico.. una volta sola, invece di “obbedire” ciecamente agli ordini dei dipendenti, ordinassero loro di fare il proprio dovere in mezzo agli utenti, nella loro veste di pubblici ufficiali, perché quello è il loro posto, perché lì bisogna intervenire disciplinando il flusso delle persone.

Ma.. è inutile illudersi.!

Basta uno sguardo all’andazzo del Paese per esaltare la virtù della pazienza, che poi, a detta della saggezza popolare, …… ”ha un limite”!


gianeselli iginio

[11/01/2015]

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

3 persone hanno commentato questa notizia

  1. se imparaste a essere più rispettosi degli utenti che vi fanno la paga sarebbe sempre tardi, siete sicuramente stressati specialmente in stagione, è duro il vostro lavoro, ma non vi esula da essere più rispettosi.
    E ricordatevi che il cliente sicome paga ha il diritto di essere servito bene.
    O volete dirmi che quando voi andate in ristorante, albergo ecc non pretendete visto che pagate di essere serviti con cortesia e sollecitudine?
    Comunque vi ringrazio per il vostro servizio alla cittadinanza.

  2. Mah… magari se i toni fossero più rispettosi verso i marinai, invece di definirli “tirasime”..
    Poi non mi risulta che in nessun lavoro un cliente si possa permettere di dar ordini.
    Impari un po’ di rispetto e umiltà, valà.

Please enter your comment!
Please enter your name here