Omicidio a Portogruaro, fermato 23enne marocchino

ultimo aggiornamento: 24/07/2020 ore 14:56

1230

Donna tirata fuori dall'auto e uccisa a Noventa Vicentina: come si sono svolti i fatti

Omicidio a Portogruaro, una donna, Marcella Boraso, 59 anni, è stata uccisa nel suo appartamento in cui poi è seguito un incendio.

Marcella Boraso è stata trovata senza vita ieri sera, nel bagno del suo appartamento in via Croce Rossa, dove abitava da sola. In un primo momento si è pensato ad un incidente, una caduta e una ferita alla testa che avrebbe potuto provocarne il decesso.

Il corpo senza vita di Marcella Boraso presentava infatti una contusione tra la tempia e il cranio, che sembrava compatibile con una caduta accidentale.

A sostegno di questa ipotesi anche il fatto che il water del bagno risulti scheggiato, dove appunto la donna potrebbe aver sbattuto la testa cadendo.

A trovare il corpo della 59enne erano stati i vigili del fuoco, intervenuti su segnalazione dei vicini della donna che avevano visto del fumo fuoriuscire dall’appartamento.

Sul posto sono subito intervenuti i vigili del fuoco, chiamati per l’incendio, e i carabinieri di Portogruaro, coordinati dal luogotenente Corrado Mezzavilla. I militari, assieme ai colleghi del nucleo investigativo di Mestre, hanno svolto le indagini per ricostruire l’accaduto e hanno ben presto escluso che le cause della morte siano di tipo accidentale.

Marcella Boraso era vedova e padovana d’origine, viveva a Portogruaro da oltre 15 anni.

La Procura di Pordenone ha aperto un inchiesta sulla morte della donna e il Pm ha disposto le indagini sul cadavere. Dopo poche ore dalla tragica scoperta nell’appartamento, ieri notte, i militari hanno fermato un uomo, sospettato di aver causato la morte della donna oltre che di aver appiccato l’incendio.

Ulteriori dettagli sono stati diffusi nel corso di una conferenza stampa dei carabinieri, questa mattina.

Gli inquirenti hanno confermato che un giovane di 23 anni è stato fermato dai carabinieri con l’accusa di omicidio in relazione alla morte di una donna di 60 anni trovata nel suo appartamento dato alle fiamme a Portogruaro (Venezia).

Le indagini dei militari hanno permesso di raccogliere forti indizi sulla presenza del giovane di origine marocchina sul luogo dell’omicidio.

Secondo le prime ipotesi, tra i due, che si conoscevano, vi sarebbe stata una lite nel corso della quale il 23/enne avrebbe ucciso la donna, probabilmente con un colpo alla testa. Poi avrebbe appiccato il fuoco all’appartamento per occultare le prove.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here