17.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Manifestazione a Mestre in favore della scuola pubblica.

HomeVenezia cittàManifestazione a Mestre in favore della scuola pubblica.
la_scuola_finita.jpg
“Un attacco ai diritti di tutti che colpisce i più deboli” con questo slogan si apre oggi a Mestre la manifestazione indetta dal Coordinamento delle scuole del Veneziano a  difesa della scuola pubblica contro la legge 133 del ministro Gelmini.
Si tratta di una coreografia simbolica umana, infatti ci saranno due cortei che partiranno uno dal Centro Candiani e l’altro dal Centro Le Barche a Mestre.

Tutti insieme uniti: studenti, dalla scuola primaria all’ università , genitori, insegnanti, precari, personale ATA che scenderanno in piazza colorati di sacchetti blu che rappresentano l’onda del mare  che si unisce alla grande onda italiana di tutti gli esseri umani che non credono in questa legge e  che nel mondo della scuola ci lavorano da sempre.
Da statistiche internazionali, la Pirls, la Timss e l’ Ocse-Pisa il risultato è che su 30 nazioni la scuola primaria italiana è nei primi 5 posti e la scuola in Veneto è al 7° posto e che i nostri  studenti mostrano un livello di apprendimento superiore alla media.
Ci si chiede allora perché si vuole tagliare qualcosa che funziona bene? “Per risparmiare sulla formazione degli alunni –sostiene Massimo Sartorato, insegnante- ecco perché è necessario creare una mobilitazione permanente capace di resistere all’obiettivo della manovra Gelmini-Tremonti. Gli alunni da 25 aumenteranno a 30 ciò significa  classi sovraffollate di alunni italiani e stranieri con un maestro unico che non potrà  garantire la sicurezza dei suoi allievi”.
“Una mobilitazione pacifica, simbolica, nazionale che non ha connotazione di partito -ha sostenuto Angelo Pietrobon del comitato genitori della Scuola Grimani di Marghera-"
L’impegno a difesa della scuola è raggiungibile su www.forumscuole.it.

Maria Teresa Mezzina

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.