5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
24.7 C
Venezia
venerdì 18 Giugno 2021

Maestra – L’arte di sedurre ed abbandonare

HomeLibri, recensioni e nuove usciteMaestra – L'arte di sedurre ed abbandonare

maesta longanesi

Caso editoriale dell’ultimo mese, tradotto in 38 paesi nel mondo, Maestra (Longanesi Editore, pagg. 406, €16,90) della scrittrice inglese Lisa Hilton è il primo di quella che si preannuncia una trilogia, capace di tenere col fiato sospeso il lettore in un costruirsi pagina dopo pagina. Il romanzo rivela le sue carte con arguzia, la stessa che caratterizza la protagonista del libro, la femme fatale Judith Rasleigh.

È una giovane ragazza, assistente in una prestigiosa casa d’aste di Londra, educata e molto bella. La sua intelligenza e la sua cultura però, non bastano, ben presto scoprirà che per riuscire ad andare al di là del maschilismo e della corruzione, dovrà affilare altre tecniche, come quelle della seduzione. Di notte Judith diventa Lauren, lavora in un club esclusivo ed incontra uomini facoltosi, uno di essi la aiuterà proprio quando licenziata, cercherà di farsi un’altra vita e dimostrare a tutti di che pasta è fatta. Tra yacht lussuosi, antichi palazzi d’Europa e oscuri traffici d’arte antica e contemporanea, Judith diventa progressivamente sempre più padrona del proprio destino, nel bene e, soprattutto, nel male.

Una tigre pronta a graffiare ma non solo, Judith è molto di più, è tutto ciò che l’animo selvaggio di una donna ha dentro, ma a volte stenta ad uscire, è il simbolo dell’essere donna e voler prevalere sull’uomo. Certo, nei suoi estremismi è da evitare, ma la sostanza è quel che conta.

Judith e Lauren, stessa persona fisica, ma anime diverse, è scaltra, bella e spregiudicata, un’arma umana pericolosa per gli uomini, votata oltre che all’arte, alla giustizia, quella fai da te. Senza togliere al lettore la suspanse e il ”divertimento”, non si può non rivelare che lei è tutto ciò che gli uomini arroganti, egoisti e un po’ perversi, dimostrano di essere in altri romanzi e pellicole al cinema.

Judith però, per la sua unicità, appare quasi come un’eroina. La protagonista di Maestra infatti, è un personaggio all’avanguardia, che forse nessun altro, prima di Lisa Hilton aveva avuto il coraggio di descrivere prima d’ora.

Bellezza dell’arte che si mescola con l’eleganza e lo stile sofisticato di questa donna che anche nei momenti più crudeli, per allietare l’atmosfera, opta per la musica classicae che come role model ha un’artista bistrattata come lei: Artemisia Gentileschi, pittrice tanto criticata nel ‘600, divenuta poi, simbolo del femminismo internazionale.

Thriller/noir senza dubbio atipico, Maestra colpisce per la sua capacità di spingersi in territori mai esplorati prima, per essere un romanzo femminista, senza però tanti manifesti di pensiero, bensì azioni furbe e crudeli ed uno stile tutto suo, che cattura il lettore fin da subito, rendendolo complice, completamente immerso nella lettura sin dal principio.

Alice Bianco
Riproduzione vietata

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor