Luminarie in Piazza accese, Brugnaro: Natale è la nostra storia

260

Luminarie in Piazza San Marco accese, Brugnaro: Natale è la nostra storia
Luminarie in Piazza San Marco accese: la Piazza (in maniera un po’ disadorna, in verità) è da ieri sera illuminata per il Natale.
Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha così dato il via – in tarda serata ieri – ai festeggiamenti che si concluderanno, di fatto, con il Carnevale il prossimo 8 febbraio.

Prima di ‘accendere’ piazza San Marco, ha aderito al progetto “Venezia: poesia e luce” promosso dalla società Fondaco insieme all’associazione Piazza San Marco e all’artista Marco Nereo Rotelli. Si tratta di un’iniziativa che vuole riqualificare la piazza e le zone limitrofe con una serie di eventi che si sviluppano attorno a poeti che hanno scritto versi su Venezia.

Luminarie in Piazza San Marco che hanno richiesto comunque sacrifici e impegno, come ricorda il sindaco: “Dietro a queste luci – ha sottolineato Brugnaro – ci sono braccia e ore di lavoro, persone e tempo dedicato, merito di un lavoro collegiale fatto dalla maggioranza, ma anche dall’opposizione. Ci stiamo impegnando tanto e su vari fronti, ma le cattive abitudini sono difficili da cambiare. Il Natale per me è nascita: nasce Gesù ed è la nostra storia che non centra nulla con l’arroganza, e devo essere libero a casa mia di vivere la mia storia. Venezia è sempre stata accogliente perché forte; noi dobbiamo essere umili, ma anche forti delle cose che dobbiamo dire”.

Il primo cittadino ha poi aggiunto: “abbiamo fatto un lavoro molto più oscuro delle luci, abbiamo affrontato dei temi importanti e delicati che per questa città è stato soprattutto il bilancio. Abbiamo raggiunto il pareggio di bilancio, facendo sacrifici e ristrutturando la macchina comunale, ma anche rilanciando l’economia: in quattro mesi abbiamo trovato 32 milioni di euro. Dobbiamo smettere di rappresentare la città come se fosse in declino totale, dobbiamo fare squadra, essere uniti ed essere orgogliosi di essere veneziani”

Paolo Pradolin
05/12/2015

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here