COMMENTA QUESTO FATTO
 

Lugugnana di Portogruaro, artigiano si toglie la vita

Non ha retto alla depressione per le difficili condizioni economiche e si è tolto la vita sparandosi con il fucile. La tragedia è avvenuta a Lugugnana di Portogruaro (Ve), la vittima è un 50enne, padre di un ragazzo di 20 anni.

L’uomo viveva da solo in una casa di campagna, faceva l’artigiano edile ma ultimamente aveva avuto qualche problema di soldi. Un amico di San Michele al Tagliamento, poco lontano, lo aveva aiutato inserendolo nell’azienda, i due stamattina dovevano anche partire per un viaggio di lavoro, ma la depressione sembra aver avuto la meglio.

L’uomo, sabato sera, non ce l’ha fatta e, rientrato nella sua abitazione dopo una serata al bar con gli amici, ha chiamato la moglie, che non si trovava in casa, e mentre era ancora al telefono, pare si sia sparato il colpo mortale. Sentito il rumore inconfondibile la moglie ha immediatamente dato l’allarme.

Sul posto sono arrivati i Carabinieri di San Michele al Tagliamento e il 118 di Latisana. Nulla però è valso a salvare il 50enne, all’arrivo dei soccorsi l’uomo era già morto. La salma è stata ricomposta nella cella mortuaria solo dopo le 20.30.

Alice Bianco

16/03/2015

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here