Luca Argentero al Teatro Corso di Mestre: “E’ questa la vita che sognavo da bambino?”

ultimo aggiornamento: 08/12/2019 ore 11:04

85

Luca Argentero al Teatro Corso di Mestre: "E' questa la vita che sognavo da bambino?"

Luca Argentero presenta al Teatro Corso di Mestre lo spettacolo ‘È questa la vita che sognavo da bambino?’ sabato 14 dicembre (ore 21.15).

Tre storie, tre “vite straordinarie” di altrettanti campioni dello sport che hanno fatto sognare e commuovere intere generazioni: Luisin Malabrocca, il ciclista inventore della Maglia Nera, in cui le persone hanno riconosciuto l’anti-eroe che è nel cuore di ogni italiano; Walter Bonatti, l’alpinista che, dopo aver superato incredibili sfide, scoprì a sue spese che la minaccia più grande per l’uomo è l’uomo stesso; Alberto Tomba, l’insolito sciatore bolognese che ha radunato intorno alle sue gare tutta la nazione, incarnando la rinascita italiana degli anni ‘80.

Storie di grandi personaggi dalle vite straordinarie che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina, facendo sognare, tifare, ridere e commuovere generazioni di italiani. Personaggi raccontati con passione e trasporto sia dal punto di vista umano che sociale, con una particolare attenzione al racconto dei tempi in cui hanno vissuto.

Luisin Malabrocca, “l’inventore” della Maglia Nera, il ciclista che nel primo Giro d’Italia dopo la guerra si accorse per caso che arrivare ultimo, in una Italia devastata come quella del ‘46, faceva molta simpatia alla gente: riceveva salami, formaggi e olio come regali di solidarietà.
Automaticamente attirò anche l’attenzione di alcuni sponsor, fino a farlo guadagnare di più l’arrivare ultimo che tentare la vittoria. In poco tempo è arrivata anche la popolarità.

In lui le persone hanno riconosciuto l’anti-eroe che è nel cuore di ogni italiano, ma, insieme alla popolarità, sono arrivati nuovi sfidanti in una incredibile corsa a chi arriva ultimo.

Walter Bonatti, l’alpinista che dopo aver superato incredibili sfide con la roccia, il clima e la montagna, arrivato a oltre ottomila metri d’altezza, quasi sulla cima di una delle montagne più difficili da scalare del mondo, il K2, scoprì a sue spese che la minaccia più grande per l’uomo è l’uomo stesso; eppure la grande delusione del K2 lo ha spinto ancora più in là a mettersi alla prova in nuove sfide in solitaria, nuove scalate impossibili e infine a viaggiare in tutto il mondo. Tutto ciò per trovare la cosa più importante della vita: se stesso.

Alberto Tomba, il campione olimpico che ha fermato il Festival di Sanremo con le sue vittorie. L’insolito sciatore bolognese che con la sua leggerezza nella vita e aggressività sulla pista è arrivato a essere conosciuto in tutto il mondo come “Tomba la bomba”. Uno dei più grandi campioni della storia dello sci che ha radunato intorno alle sue gare tutta la nazione, incarnando la rinascita italiana forse illusoria ma sicuramente spensierata degli anni‘80.

Tre storie completamente diverse l’una dall’altra, tre personaggi accomunati da una sola caratteristica, essere diventati, ognuno a modo proprio, degli eroi.

LUCA ARGENTERO

È questa la vita che sognavo da bambino?

2019 – 2020

TEATRO CORSO MESTRE VE

Alle 21.15 la storia di tre “vite straordinarie” dello sport

che hanno fatto sognare intere generazioni

LUCA ARGENTERO IL 14 DICEMBRE AL TEATRO CORSO DI MESTRE

CON “È QUESTA LA VITA CHE SOGNAVO DA BAMBINO?”

“TEATRO IN CORSO” è un progetto Dal Vivo S.r.l.

Info biglietti e prevendite su www.dalvivoeventi.it

INFORMAZIONI

telefono 366 2590790

www.teatrocorso.it

Teatro in Corso 2019-2020 continua così la sua programmazione fatta di grande musica, di comicità graffiante e originale, arte. Ma anche il musical e il teatro che fa riflettere. Questi sono gli ingredienti della ‘Prima Parte’ della stagione 2019 – 2020 del cartellone del Teatro Corso di Mestre.

Particolarmente ricca la proposta: sono 12 gli spettacoli (per 14 repliche) in programma fino al 31 dicembe. A breve verrà annunciata anche la ‘Seconda Parte’ del cartellone, che nel 2020 porterà in teatro altri grandi nomi del panorama artistico nazionale.

Nel dettaglio:

Dopo Marco & Pippo, due grandi appuntamenti musicali: il 13 novembre (ore 21.00) ROBERTO VECCHIONI presenta Infinito Tour: il nuovo album di inediti “Infinito” arriva a teatro per un tour nazionale tra nuove canzoni e perle lucenti di una carriera inimitabile.

Due giorni dopo, il 15 novembre (ore 21.15) c’è PAOLA TURCI con Viva da morire Tour 2019: la grinta della rocker e la sensibilità di un’autrice unica nel suo genere, per un concerto che passa in rassegna i brani dell’ultimo album “Viva da morire” e i successi più amati dai fan.

Due pilastri del panorama comico (e non solo) italiano tornano assieme su un palco dopo 15 anni: MASSIMO LOPEZ e TULLIO SOLENGHI portano in scena il 16 novembre (ore 21.00) Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show, due ore di divertimento senza pause fatto di voci, imitazioni, scketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico.

Dalla comicità al musical: il 23 novembre (ore 21.00) e il 24 novembre (ore 15.00 e 18.00), con la COMPAGNIA NEVERLAND e la storia di Malefica e la Bella Addormentata nel bosco, che tra imponenti scenografie, effetti speciali e un plot arricchito di nuove avventure trafserisce a bambini e famiglie tutta la magia e l’incanto della celebre fiaba dei fratelli Grimm.

Il 30 novembre (ore 21.00) Dio ride – nish koshe: a 25 anni dal primo Oylem Goylem, MONI OVADIA mette in scena un nuovo spettacolo che ritrova il vecchio ebreo errante con nuove storie, tra umorismo e riflessione drammatica.

Di tutt’altro tenore l’appuntamento del 6 dicembre, quando alle 21.00 arriverà sul palco del Corso la famiglia più seguita del web, THE POZZOLIS FAMILY, con A-Live!, uno spettacolo dissacrante e catartico sulla famiglia, il ruolo di genitori e il rapporto con i figli.

Un nuovo, imperdibile appuntamento con l’arte è quello in programma il 7 dicembre (ore 21.15) con MARCO GOLDIN e la Grande storia dell’Impressionismo: uno dei suoi celebri racconti/spettacolo che fanno rivivere a teatro le grandi mostre che ogni anno realizza in tutto il mondo.

È questa la vita che sognavo? Se lo chiede LUCA ARGENTERO il 14 dicembre (ore 21.15) immedesimandosi nelle storie di tre grandi sportivi che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina: Luisin Malabrocca, Walter Bonatti e Alberto Tomba.

Non c’è Natale senza “The Voice of Venice” LUCA FOFFANO e GIANNI SCRIBANO: il 26 dicembre (ore 21.15) saranno prpotagonisti del concerto Live Christams Show, una macchina delle meraviglie musicale, che emoziona nel rivisitare un reperotrio che va dalla musica classica agli artisti contemporanei.

GIOVANNI VERNIA (“Ee ssiamo noii, ee ssiamo noii…”) il 31 dicembre (ore 22.30) festeggia invece con gli spettatori l’arrivo del nuovo anno sfoderando la sua verve travolgente nello spettacolo Vernia o non Vernia: risate, panettone e brindisi per tutti!

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here