martedì 18 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Locali notturni e movida a Venezia: sanzioni dei vigili, ma non è la strada

HomeNotizie Venezia e MestreLocali notturni e movida a Venezia: sanzioni dei vigili, ma non è la strada

Locali notturni e movida a Venezia: sanzioni dei vigili, ma non è la strada
Continua senza tregua la volata dei controlli che i vigili urbani stanno operando sulle piazze, sui campi e i locali della città.
Plateateci e autorizzazioni sotto la lente d’ingrandimento e quando rivelano irregolarità, vengono colpiti da ragguardevoli multe. Così è accaduto a San Marco (tre multe di cinquemila euro), zona San Gallo, San Luca, passando attraverso le Frizzerie.

Ora è un po’ tutta la città ad essere controllata, provocando reazioni positive da parte di chi si sente protetto e tutelato dalla presenza dei vigili urbani.
Altri, si sentono pressati, soprattutto gli esercenti dei locali notturni, dei posti di ritrovo dei giovani, della movida, per così dire, che ci tengono a qualche distinguo.

Nella zona degli Ormesini sono stati aperti molti locali, ma gli esercenti stessi rivendicano un clima tranquillo, dicono di non disturbare i residenti e che qualche episodio sgradevole, non dovrebbe creare generalizzazioni e coinvolgere tutti i locali della città.

I gestori della Birreria Zanon assicurano che tutto si svolge senza eccessi, del resto la zona, ancora vive una genuinità e una sua spiccata venezianità, con i suoi negozi di alimentari, i panifici, poche botteghe rivolte ai turisti.

Il titolare del Timon Alessandro Biscontin, ha accostato al suo locale due barche d’epoca che ha recuperato da Arzanà, per caratterizzare e definire la sua appartenenza e ricorda che fino a qualche anno fa esisteva il Piano comunale del commercio, che in qualche modo regolamentava la situazione e monitorava il numero di locali per ogni zona.

Sono tante e variegate le infrazioni che i vigili stanno documentando (da chi vende alcoolici senza autorizzazione, a chi non rispetta le norme igienico sanitario…) , piccoli e grandi bazar per strada.

Ora si sa che città ormai vive specchiandosi nelle esigenze di un turismo disinvolto e che anche i negozi, i locali risentono di questo clima d’invasione, che pur non si rivela inutile sul fronte economico.

E questi controlli, così puntuali e puntigliosi potrebbero essere accostati ad un piano d’insieme, in grado di tener conto delle esigenze della città che merita rispetto e tutela, dei cittadini veneziani, di quelle dei giovani e magari sforzarsi di indicare un progetto di compatibilità. E i vigili urbani da soli, non possono rispondere a questa esigenza con sanzioni e multe, trattandosi di una visione culturale che investe scelte politiche mirate.

Redazione

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv

Laddove non si convince, si scatena la creatività e il far da sé. Barche private, iniziative dovunque, social scatenati, soprattutto tra chi vive nelle isole e deve recarsi al lavoro o accompagnare i figli a scuola: ognuno si organizza a modo...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...