Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
5.7C
Venezia
domenica 28 Febbraio 2021
HomeNazionale ItalianaL'Italia batte l'Albania e prosegue il testa a testa con la Spagna

L’Italia batte l’Albania e prosegue il testa a testa con la Spagna

Italia - Germania stasera, amichevole ma c'è aria di rivincita

L’Italia batte l’Albania e prosegue il testa a testa a distanza con la Spagna, nel girone di qualificazione ai Mondiali russi. Di positivo, nell’umida serata di Palermo, oltre all’accoglienza del pubblico di casa, c’è solo il risultato, firmato dai gol di Daniele De Rossi, che raggiunge Paolo Rossi nella classifica dei marcatori azzurri di sempre, a quota 20, e Immobile.

Un gol per tempo per mantenere intatte le speranza di evitare il brivido di un Play-off sempre complicato: lo scontro diretto in Spagna, il 2 settembre, sarà decisivo. Il resto è tutto da rivedere, compreso probabilmente un modulo forse troppo sbilanciato in avanti. Il salto nel futuro può attendere, la meglio gioventù invece no.

Per questo Ventura, senza tradire le attese (ri)propone una squadra con uno sguardo al futuro. L’esperienza è una chimera, almeno per il momento, ma questa Italia può solo migliorare. Peccato che la serata, abbellita da una cornice di pubblico assolutamente all’altezza, venga funestata dal lancio di fumogeni e petardi, che hanno costretto l’arbitro sloveno Slavko Vincic a sospendere il confronto per 8′. Le sanzioni della Fifa per l’Albania, che in passato ha beneficiato del verdetto del giudice dell’Uefa, non mancheranno di certo.

La partita è strana e a tratti sonnacchiosa, in linea con l’arrivo della primavera e verosimilmente con una certa stanchezza che comincia a serpeggiare fra i giocatori. Ventura sceglie due esterni alti, Candreva a destra e Insigne a sinistra, due attaccanti più centrali (Immobile e Belotti).

Verratti e De Rossi gestiscono la mediana, davanti a una difesa a quattro. Buffon diventa ‘millenario’ in carriera e supera Casillas, diventando il giocatore in attività con più presenze (168) a livello di Nazionali.

L’Albania ha un uomo in più a centrocampo e si vede già dopo pochi secondi, allorché Roshi serve al centro per Cikalleshi: stop e diagonale di sinistro che supera Buffon ed esce di pochissimo. E’ un campanello d’allarme e sembra il preludio a una serata poco tranquilla del pacchetto arretrato azzurro, privo di Chiellini, ma con Barzagli-Bonucci a garantire un mix di solidità ed esperienza.

Al 4′ è ancora Albania con Roshi, che ci prova dalla distanza, ma il tiro è debole e impreciso. L’Italia si scrolla di dosso un certo torpore e ricorda che la miglior difesa resta l’attacco, ma il gol arriva piuttosto casualmente, su rigore; lo propizia Candreva, che serve un ‘cucchiaio’ d’oro a Belotti, abbattuto da Basha. Sul dischetto su porta il romanista De Rossi, che spiazza il laziale Strakosha, in una specie di aperitivo del derby di Coppa Italia.

L’Albania accusa il colpo, l’Italia si scrolla di dosso timori e paure. Zappacosta riesce a trovare la posizione giusta per arginare Cikalleshi, mentre Insigne tampona sul compagno di squadra Hysaj, fra i più mobili.

Al 23′ Roshi chiama in causa Buffon, ma le occasioni nel finale di tempo le crea l’Italia: al 28′ con Belotti, che di testa manda fuori, e al 38′ con un’altra incornata di De Rossi, da calcio d’angolo.

Il secondo tempo si apre fra petardi e fumogeni che, alla fine, convincono l’arbitro a sospendere il match al 9′: squadre negli spogliatoi per 8′ e appello di alcuni giocatori albanesi ai propri sostenitori.

Si riparte sempre a ritmi tutt’altro che vertiginosi, con un’Italia abbastanza impacciata e senza troppe idee. L’unico che, quando può, accende la luce è Verratti che, con De Rossi, risulta fra i migliori. Al 20′, però, Candreva viene pescato da Insigne, si libera a pochi metri a Strakosha, ma si fa respingere la conclusione in angolo.

Il raddoppio arriva al 26′ e lo sigla Immobile, con una capocciata a incrociare che non lascia scampo al compagno laziale Strakosha. L’Albania barcello a rische anche il tris, ma l’Italia non affonda e preferisce abbassarsi.

L’ultimo piccolo sussulto lo regala Cikalleshi, il migliore dei suoi, con un colpo di testa fuori. Finisce fra gli applausi per gli azzurri che continuano a sognare la Russia e a crescere, ma non senza pause.

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, era in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Ciclista trovato morto a bordo strada a Sernaglia, forse investito e non soccorso

Trovato morto ciclista a bordo strada questa mattina. Si tratta di un uomo di 45 anni. Il deceduto è stato scoperto un paio d'ore fa al...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Mose: perito per le cerniere da le dimissioni. “Nel 2019 abbiamo rischiato”

Clamoroso al Mose. La notizia esplode questa mattina in edicola con la Nuova Venezia. L'articolo racconta nel dettaglio una durissima lettera d'accusa inviata al Provveditore...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.