Lettori Si Cresce – L’illuminante libro di Giusi Marchetta

120

Lettori si cresce

Ricordo ancora quando presi tra le mani il mio primo libro; avevo poco più di 4 anni, non sapevo leggere eppure rimasi affascinata da quei caratteri, da quelle forme che davano vita alle parole. Da allora non ho mai smesso di leggere, ma i tempi sono cambiati: sempre più ragazzini soffrono l’idea di prendere in mano un libro e lo vedono come un incubo da dover affrontare per far contenti genitori ed insegnanti. Mi è capitato, giusto l’altro giorno, di assistere alla scelta delle cosiddette “letture per l’estate” di un ragazzino che, lista in mano, cercava quelli con meno pagine. Non guardava la trama, l’importante era finirli presto.

Ora bisognerebbe capire perché leggere sta diventando tra i giovanissimi sempre più una piaga che una gioia. A farlo ci pensa Giusi Marchetta, scrittirce ed insegnante, con “Lettori si cresce” edito da Einaudi dove, senza peli sulla lingua, punta il dito contro i luoghi comuni analizzando con intelligenza i motivi per cui i giovani fuggono dalla carta stampata. Marchetta con spigliatezza e scorrevolezza si rivolge ai più grandi, invitandoli a cercare nuovi modi e metodi per interessare i ragazzi senza demonizzare quello che per loro è più importante come i videogame, i social, il web e la televisione.

Il compito dei genitori e degli insegnanti è quello di avvicinare i bambini alla lettura senza costrizioni, mostrando loro l’universo meraviglioso che può scaturire dai libri con i quali si può crescere. Marchetta tira fuori dal suo cilindro ricordi, citazioni e consigli per avvicinare tutti alla lettura, anche quelli che la vedono proprio come un ostacolo, con parole nuove, difficili che non fanno parte magari del vocabolario quotidiano e che rendono qualsiasi testo come un campo di spine nel quale è impossibile districarsi.

La nostra società è una società che non legge, in cui la percentuale di lettori è crollata negli anni, eppure gli adulti vorrebbero che fossero proprio i giovani a leggere, senza cominciare loro a dare il buon esempio. I figli nati in casa di lettori o di genitori che li hanno fin da piccoli portati in biblioteca o in libreria, non hanno mai pensato che il libro fosse un ostacolo, ma una porta da aprire per esplorare mondi, universi, dove l’unica chiave era la fantasia.

Eppure sono molti i ragazzini che, parlando dei libri, dicono che sono “noiosi”, perché? Marchetta prova a darci la sua risposta cercando di trovare dei modi per presentare un testo ai più giovani, coinvolgendoli, trasmettendo loro la gioia di entrare nelle vite di personaggi fittizi, facendoli diventare nostri amici.

“Lettori si cresce” è un essay che mostra i lati più belli della lettura, ma non ha paura di mostrarne anche quelli negativi, come tante volte leggere ci porta ad allontanarci dal mondo a creare lati oscuri dove rifugiarci quando non riusciamo ad affrontare il mondo esterno. Marchetta crea con la sua opera un ibrido tra saggio e narrazione, riempiendolo d’ironia ed intelligenza, con passaggi illuminanti. Forse il primo libro da far leggere nelle scuole prima di partire con i romanzi.

Sara Prian

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here