UFFICIO IMMIGRAZIONE QUESTURA DI VENEZIA
SI NAVIGA A VISTA…
SENZA NESSUNA DESTINAZIONE…

Non è una novità che gli organici della Polizia di Stato siano in sofferenza, anche se dalle dichiarazioni del Ministro dell’Interno Salvini si intravede un probabile miglioramento, ma quello che sta accadendo a Venezia ha dell’incredibile.

Una grave carenza di organico, determinata dalla mancata sostituzione di colleghi, di tutti i ruoli, ìn precedenza trasferiti o messi in quiescenza.

Per questo lanciamo un allarme al fine di scongiurare ripercussioni sull’attività che potrebbe subire dei pesanti rallentamenti.

Già allo stato attuale l’ufficio Immigrazione è sottorganico, con un notevole aggravio di carichi di lavoro dovuti alla continua evoluzione normativa, nuove direttive ministeriali, all’aumento di richieste da parte dell’utenza e alle rimodulazioni degli incarichi.

Tutto ciò ha anche portato ad una situazione allarmante sotto il profilo dell’ordine pubblico e della salubrità degli uffici, per le troppe persone che si trovano a sostare, non sempre pacificamente, sia all’interno della Questura di via Nicolodi che nelle pertinenze, in attesa del proprio turno.

Evidenziamo lo spettacolo indecoroso delle persone che già nelle prime ore della sera si prepara un giaciglio a ridosso del muro di recinzione per poter essere fra i primi del giorno successivo a varcare il cancello della Questura.

Situazioni queste già ampiamente rappresentate ai vertici della questura lagunare, ma nulla in concreto è stato fatto fino ad ora, dando l’impressione al personale, che tuttavia si prodiga per non creare disservizi o problemi all’utenza, di essere stato abbandonato a se stesso.

LA SEGRETERIA PROVINCIALE
FSP Polizia di Stato Venezia


ultime notizie venezia

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here