lunedì 17 Gennaio 2022
2.6 C
Venezia

Lettere. “Real Bodies”, sulla mostra dei corpi umani sospetti di persecuzioni e traffico di organi

HomeLettereLettere. "Real Bodies", sulla mostra dei corpi umani sospetti di persecuzioni e traffico di organi

corpi plastinati mostra record jesolo

Buongiorno,

con la presente vorrei portaLa a conoscenza di un’evento che nei prossimi giorni si terrà nella città di Venezia.
Il 18 Settembre a Palazzo Zaguri sarà aperta la mostra “Real Bodies”, un’esposizione di corpi umani plastinati.

Vorrei portare La Sua attenzione sul fatto che la provenienza di questi corpi non è ancora chiara. Le produzioni hanno sede in Cina, dove è molto facile reperire la materia prima, per questo la maggior parte se non tutti, sono cinesi.

Questo sarebbe potuto avvenire a causa delle persecuzioni perpetrate nei confronti dei credi religiosi da parte del regime cinese a partire dagli anni 60′ per continuare tutt’oggi con la persecuzione dei praticanti del Falun Gong a partire dal 99′.

Nel 2006 Indagini indipendenti avrebbero rivelato che queste persone potrebbero essere la fonte principale di organi per i trapianti in Cina. Dopo l’espianto di organi forzato questi corpi possono facilmente subire il processo di plastinazione.

Il libro ‘Bloody Harvest: di David Matas e David Kilgour, presenta una grande quantità di indizi probatori a dimostrazione che la raccolta di organi sui praticanti del Falun Gong ha avuto luogo in Cina a partire dal 2000.

Parallelamente al commercio degli organi, dal 2000, le imprese di plastinazione sono aumentate di numero, facendo della Cina il primo esportatore di corpi al mondo, e producendo centinaia di milioni di dollari di entrate per le imprese che promuovono esibizioni in tutto il mondo.

Mi sento di esprimere la mia preoccupazione sullo svolgimento di questa mostra, che viene pubblicizzata come “arte”, o come un modo per “conoscere il corpo umano” e come spettacolo “per tutta la famiglia”.

Proprio l’anno scorso è stata annullata in Svizzera questa mostra:
” l’autorità losannese aveva chiesto delle garanzie sulla provenienza dei corpi esposti e delle attestazioni di consenso firmate dai defunti per l’utilizzo dei loro cadaveri, ma gli organizzatori non hanno presentato prove concrete che attestino la possibilità di servirsi dei corpi nell’ambito dell’esposizione.” ( https://www.swissinfo.ch/ita/vd–tribunale-conferma-divieto-esposizione–real-human-bodies-/44485018 )

Di seguito Le invio alcuni articoli che mettono in evidenza come queste mostre possano essere direttamente collegate a crimini contro l’umanità,

nella speranza che anche nel caso di Venezia si possa far luce sulla provenienza di questi corpi.

Cordiali Saluti.

Mogentale Stefano

(nella foto: mostra corpi plastinati di Jesolo con “l’artista/performer” Gunther von Hagens)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

3 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Concordo con ciò che è scritto nella lettera. È una mostra amorale, esporre corpi umani deceduti, ossia cadaveri, lo trovo davvero di cattivo gusto, c’ è un motivo per cui questi vengono riposti sotto terra, per rispetto del defunto, secondo le più antiche tradizioni legate alle religioni.
    Le mie domande sono queste:

    da dove vengono i corpi?

    è possibile visionare i documenti attestanti la volontà da parte della persona o dei suoi famigliari di esporre in questo modo il suo corpo?

    é lecito fare ciò?

    perché nonostante i continui malori in molte città, le continue lamentele, le molte città che hanno vietato tale mostra perché non c’erano prove che dimostrassero l’effettiva provenienza dei corpi, si continua?

    non è anteporre gli interessi economici alla moralità, al buon gusto, al rispetto della sensibilità delle persone?

    perché l’arte che dovrebbe essere un inno alla vita, alla bellezza, alla purezza e alla sensibilità, arriva ad utilizzare corpi morti?

    Perché bisogna arrivare a toccare livelli così bassi di moralità?

    • La mostra è stata chiusa anche da noi ( Vietnam), dalla parte virtù non andiamo a vedere il corpo dei morti, li lasciamo in pace… soprattutto i corpi non sono chiari, se andiamo a vederli possiamo sostenere il crimine a uccidere più persone e aiutarlo a guadagnare più soldi sui corpi di persone innocenti. La Cina ha ancora tanto problema di human rights, i cinesi non hanno la libertà a credere… ci sono posti dove si può essere uccisi facilmente anche se non cè crimine?
      Ho sentito che a Milano tante persone sono dovute essere portati in ospedale durante la visione della mostra…
      dalla mia parte, non ci vado… il mondo ci sono tante cose belle da vedere, perché devo vedere il corpo dei morti? Dico di NO con questa mostra.
      Grazie per averci informato!

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

Pipì in calle e bottiglie di vetro vicino a un monumento: multa e daspo per 4 giovani

Multa e daspo per quattro giovani in campo Santa Margherita a Venezia per comportamenti che violavano il Regolamento di Polizia urbana.

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...