venerdì 21 Gennaio 2022
1.9 C
Venezia

Lettera aperta a Papa Francesco e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

HomeLettereLettera aperta a Papa Francesco e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Lettera aperta a Papa Francesco e al Presidente delle Repubblica Sergio Mattarella.
Cari, carissimi amici dell’anima e del cuore.
Chi sono e perché oso tanto? Mi chiamo Andreina Corso, ho compiuto settantaquattro anni a novembre.
Mi sento una scrittrice, ma devono dirlo gli altri, se merito questo nome.
Vi scrivo per attingere ancora da voi un po’ di forza. Lo so che approfitto, come tanti, tante altre persone, che si avvalgono del vostro respiro e delle vostre parole, di voi, forse inconsapevolmente, forse per resistere a un sentimento di morte.
Ma io vi scrivo

per non chiedervi niente, per ringraziarvi di esistere. C’è nella coscienza profonda delle vostre parole e della testimonianza generosa della vostra vita, il senso della nostra vita più discreta, del nostro intimo sentire che ci dice che abbiamo tanto bisogno di voi. E forse anche voi di noi. Aiutateci a credere nell’altro da noi, aiutateci a non morire con la percezione di non aver tentato di capire.
Grazie.
Andreina Corso
Viale San Marco 66/m Mestre

Qualcosa sull’autrice
Cosa di può dire di una donna che scrive e che della scrittura ha macinato il grano per trasformarlo in pane?
Uno spartito, una lunga pagina di briciole lunghe settant’anni per offrire alla parola l’acqua di cui ha bisogno. L’acqua limpida e insieme salata sono gli ingredienti che la Parola mi ha affidato, affinché ne avessi cura. Affido queste pagine agli occhi che si fisseranno sui versi, con la speranza di vederli partire verso i mondi che offrono al viandante i luoghi più cari al cielo.
Il legame con l’insegnamento, il giornalismo, la scrittura, la sua vita a Venezia, segnano un percorso e un impegno teso a raccontare storie di esistenze raccolte dai margini della vita quotidiana e da vicende piagate dall’indifferenza e dall’invisibilità.

L’insegnamento, la scrittura, il sentirsi accanto e con gli ultimi della terra, caratterizzano la narrazione che aspira al sentire poetico e alla forza dell’indignazione. Venezia, valore immenso nel suo solo esistere dentro le parole, consolazione e dolore, nel suo aprirsi e sparire, accompagna il senso della scrittura stessa.
Pubblicazioni: Le mani d’acqua – Helvetia 1993; La madre naufraga – La baùta ed. 1995; Il bianco reciso – Helvetia 2006; Però non volevo – Bonaccorso ed. 2012; Storia epistolare: un vecchio e un bambino – Sovera ed. 2012 ( Premio Franz Kafka Italia); Racconti (Vincitore Premio Nazionale Argimusco – Messina) 2013; Le Madri – Bonaccorso ed. 2016 (Premio Franz Kafka Italia); M’incontro poeta 2017 ed.Bonaccorso.
Collaborazioni con le Riviste “La voce della luna”, “Terza Pagina” “La scrittura esiliata”, “La palabra en el mundo”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Lettere

In risposta alla lettera “Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Mi si spezza il cuore ogni volta che vado a Venezia. La mia città dove sono nata e cresciuta e che amo profondamente. Vivo in terraferma da...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità

Gentile Redazione Le mando questo mio semplice scritto veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie. Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità. 1) Quando si parla di ambiente,...