spot_img
spot_img
spot_img
9.5 C
Venezia
mercoledì 20 Ottobre 2021

L’Esercito per controllare la movida? Non serve se l’Amministrazione fa il suo dovere

HomemovidaL'Esercito per controllare la movida? Non serve se l'Amministrazione fa il suo dovere

I residenti che abitano nelle zone prese d’assalto tra Rialto e Campo Santa Margherita non ce la fanno più.
Le immagini che sono circolate in questi giorni parlano chiaro.
Oltre al disagio per i residenti a causa di rumore e sporcizia, si devono aggiungere i problemi di carattere sanitario per gli assembramenti e lo scarso uso dei dispositivi di protezione come le mascherine.
Invocare l’esercito come fa l’assessore Tosi è totalmente fuori luogo: basterebbe che il Comune facesse il suo dovere.

Controlli sugli assembramenti e sugli orari, pulizia costante.
Ed è ovvio che con 2 vigli, come sostiene l’Assessore Costalonga, a Santa Margherita si può fare ben poco.
Ricordiamo che dal 2014 al 2020, anche se complessivamente i vigili sono aumentati, purtroppo nei sestieri di Dorsoduro, Santa Croce e San Polo l’Amministrazione Brugnaro ha diminuito i vigili da 12 a 5.
Basterebbe utilizzare le risorse che ci sono e far rispettare le regole che già esistono prima di invocare l’aiuto dell’esercito!

Monica Sambo
Stefania Bertelli

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. … se i vigili sono insufficienti, allora ben venga l’esercito per forza maggiore… L’importante che ci sia un presidio dalle 21 all’alba, e con potere di sanzioni ed arresto (non ci servono i manichini e le comparse…)

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements