COMMENTA QUESTO FATTO
 

babbo natale e le renne LARGE

“Carissimo Babbo Natale come stai? Fa freddo lì da te? Come stanno le renne? Quest’anno per Natale vorrei…” Giochi, tanti, soprattutto elettronici dai nomi più strani ma ci sono anche le più tradizionali bambole o i giochi di costruzione. La fantasia non manca ai bambini quando si tratta di rivolgersi a Babbo Natale. Perché quest’anno con la ‘Posta di Babbo Natale’ Poste Italiane si è fatta messaggera di tutti i desideri espressi dai bambini che aspettano i doni sotto l’albero.

Perché la lettera continua ad essere lo strumento di comunicazione prediletto dai bambini, quando si tratta di chiedere a Babbo Natale regali, di prendere impegni per il futuro o di fare il bilancio del passato. È un momento molto atteso da tutti i bimbi e un’occasione per promuovere tra i giovanissimi il piacere e la cultura della scrittura a mano, anche nell’era dei messaggi via internet e dei social. Per questo i bambini e le bambine della scuola primaria di Dorsoduro “Giustina Renier Michiel” si sono recati in ufficio postale con le loro lettere, piene di richieste di regali, speranze e desideri, canzoni e poesie. Ad accoglierli il direttore dello “Spazio” Giorgio Marchi con Michele Stevanato.

La lettera continua a rappresentare per piccoli e adulti uno dei momenti più belli della tradizione natalizia, che Poste Italiane sostiene promuovendo il piacere della scrittura e donando la gioia di ricevere un messaggio da Babbo Natale.

Centinaia di migliaia le lettere che in questo periodo dell’anno i bambini imbucano nelle cassette postali; a tutti coloro che avranno scritto l’indirizzo completo sulla busta della letterina, Poste risponderà, come oramai da tradizione, con una bellissima sorpresa dai “Postini di Babbo Natale”.

Attraverso questo progetto Poste intende promuovere il valore della scrittura come strumento espressivo per bambini e adulti, sia nella sua forma tradizionale, sia nelle sue evoluzioni digitali.

Nella lettera di risposta infatti i bambini troveranno dei giochi pensati per stimolare la loro creatività e fantasia: adesivi disegnati da Babbo Natale “in persona” con la sua speciale calligrafia. Inoltre, la lettera include l’invito a scaricare l’app “L’Abbecedario di Natale” (disponibile a breve su Google Play e Apple Store): un gioco per creare disegni animati da condividere via web e sui social con amici e parenti.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here