COMMENTA QUESTO FATTO
 

Lavora e fa le assunzioni in hotel, ma ha i documenti falsi ed è irregolare: arrestata

Mestre (Ve), fornisce documento falso per farsi assumere: arrestata dai Carabinieri.

I Carabinieri della Stazione di Favaro Veneto (VE), in collaborazione con i colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Venezia, nella tarda mattinata di oggi, nel corso di un servizio di controllo per l’emersione del lavoro “nero” hanno tratto in arresto una donna moldava domiciliata a Marghera, che ha fornito una carta d’identità rumena falsa all’agenzia che si occupava delle assunzioni per conto degli hotel della zona.

I militari hanno approfondito i controlli sul documento fornito dalla donna, rendendosi conto immediatamente che qualcosa non quadrava. Il documento infatti presentava dei dettagli, seppur minimi, che indicavano una probabile contraffazione, che hanno quindi indotto i militari a proseguire gli accertamenti in caserma, nonostante le generalità fornite nel documento fossero, ovviamente, del tutto plausibili e “pulite” al controllo in banca dati.

È stato così possibile accertare, anche grazie all’esperienza dei colleghi dell’Ispettorato, la reale identità della donna e la sua condotta tesa ad eludere il fatto che come extracomunitaria non poteva avere accesso al mercato del lavoro senza prima regolarizzare la propria posizione di soggiorno in Italia.

Il documento era falsificato proprio allo scopo di sfuggire ai controlli, ma invano, ed in considerazione di quanto emerso la donna è stata dichiarata in stato di arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria lagunare.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here