22.4 C
Venezia
martedì 22 Giugno 2021

Lauree false, due dirigenti della Regione segnalati in Procura

HomeRegione VenetoLauree false, due dirigenti della Regione segnalati in Procura

Regionali del Veneto, Tra Tosi e Zaia

Sono due i dirigenti della Regione Veneto – anche se uno di questi si è nel frattempo dimesso – che avrebbero vantato false lauree, segnalati dall’amministrazione di Luca Zaia alla Procura di Venezia e alla Corte dei Conti.
Si tratta – riferiscono i quotidiani locali – dell’ex capo del Progetto Venezia, Giovanni Artico, dimessosi nel 2015 dopo essere stato coinvolto nell’inchiesta Mose, e assolto nel processo con rito abbreviato, e del responsabile di segreteria della commissione Salvaguardia di Venezia, Enrico Tagliati.

L’ipotesi ventilata negli esposti alla magistratura penale e contabile è di truffa.

Entrambi si difendono, sostenendo di essere in possesso di vere lauree: Artico l’avrebbe conseguita negli Usa, ritirando la documentazione presso l’Università di Trieste, Tagliati in Italia, allo Iuav di Venezia, nel 1995, epoca in cui per l’assegnazione a incarichi dirigenziali della Regione non era ancora necessario il titolo universitario.
I due atenei però hanno negato di avere i due nominativi tra i loro laureati.

Il problema, per la Regione, è che per molti anni i due dirigenti, se sarà accertato che non avevano il titolo universitario, avrebbero conseguito un livello di stipendio che non gli spettava. Era stato il governatore Zaia, nel settembre 2015, a chiedere una verifica puntuale sui titoli di studio esibiti dai vertici della Regione.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor