L’Ater di Venezia costituisce gruppo di lavoro per velocizzare le richieste di volture

489
L'Ater di Venezia costituisce gruppo di lavoro per velocizzare le richieste di volture

L’Azienda territoriale di edilizia residenziale veneziana intende rassicurare coloro che in questi giorni hanno visto delle modifiche del canone di affitto per effetto della nuova legge regionale ma hanno avuto delle modifiche nel nucleo familiare:

“Con riferimento ai subentri nei contratti di locazione – spiegano dalla direzione dell’Ater –  allorquando l’assegnatario sia deceduto o per altra causa di modifica della composizione del nucleo familiare, si precisa che vi sono alcune posizioni ancora non regolarizzate. È stato al riguardo costituito un gruppo di lavoro che da settembre opererà a tempo pieno su tali procedure, rallentate per effetto dei molteplici adempimenti relativi all’applicazione della L.R.V. 39/2017”.

“Gli interessati – spiega il presidente Raffaele Speranzon –  saranno contattati dagli uffici dell’Ater nel caso non si sia rinvenuto l’Isee aggiornato e sarà avviata una procedura snella che consentirà il calcolo del nuovo canone in forma rapida.”

Quindi, chi ha presentato la richiesta di modificare il proprio canone per variazioni del proprio nucleo familiare, può stare tranquillo. Se alcuni inquilini si sono visti arrivare dei bollettini non ancora aggiornati sul nuovo calcolo, saranno rimborsati per le somme in più richieste in base al precedente nucleo familiare.     

Ater,  infatti,  precisa che “Sarà garantito il calcolo del nuovo canone di locazione – modificato in ragione del nuovo nucleo familiare – senza alcun nocumento economico, e il ricalcolo avrà decorrenza dalla data di presentazione della richiesta. Eventuali somme versate in eccesso saranno rimborsate con procedura trasparente”.

Riproduzione Riservata.