22.8 C
Venezia
venerdì 24 Settembre 2021

La Mappa dei Libri Perduti – ll giro dei libri in 7 città

HomeLibri, recensioni e nuove usciteLa Mappa dei Libri Perduti - ll giro dei libri in 7 città

La mappa dei libri perduti

 

Chi ama i libri sa che è un lusso oggigiorno averli sempre a disposizione. Basta andare nella prima biblioteca di quartiere, farsi un giro in libreria e, per i più pigri, basta cercarli online. Ma non è sempre stato così.

Quando Ray Bradbury nel suo splendido Fahrenheit 451 raccontava un mondo in cui leggere o possedere libri era considerato un reato e dove un corpo di vigili del fuoco era impegnato a bruciare ogni tipo di volume, non è andato così lontano dalla realtà. Ancora prima dell’Inquisizione, infatti, molti sono stati i libri che si sono persi ed è in particolare a quelli scientifici ed è sulle storie travagliate di questi volumi che si sofferma Violet Moller nel suo bellissimo La Mappa dei Libri Perduti, edito da Mondadori, nella collana Le Scie.
Agli inizi del VI secolo, le popolazioni dell’Europa occidentale erano tormentate delle invasioni barbariche e i sovrani dell’impero romano d’Oriente attratti dall’opulenza e dal lusso: il patrimonio scientifico classico ed ellenistico sembrava in pericolo. Delle opere di Tolomeo, Euclide e Galeno erano sopravvissute solo poche copie, sparse tra Egitto, Siria, Anatolia e Grecia. Eppure, in un viaggio lungo un millennio, quei testi di astronomia, matematica e medicina, letti, tradotti e copiati nei centri di cultura medievali, riuscirono a sopravvivere e ad alimentare la rivoluzione scientifica moderna.

Moller ci porta in un viaggio che tocca sette città, tra cui anche Venezia, alla ricerca delle tracce lasciate dagli intellettuali che hanno tramandato gli studi di questi celebri autori.
La Mappa dei Libri Perduti è un’opera molto interessante che riesce a coinvolgere quanto un romanzo grazie alla prosa semplice e coinvolgente che ha vari protagonisti che si alternano in una vicenda che si connota anche dei colori del giallo. Giallo come il colore delle pergamene, giallo come il colore de libri antichi, giallo come il genere a cui l’autrice si affida in alcuni passaggi rendendo ancora più interessante la scoperta e il ritrovamento di questi volumi.

Secoli di storia si alternano sulle pagine di un libro che vi farà capire quanto sia fondamentale preservare la cultura e quante lotte sono state fatte per poter oggi avere a disposizione tutte queste informazioni. Sta a noi, ora, saper proteggere queste eredità.

Sara Prian
Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor