La battaglia Uil PA per copertura assicurativa di chi guida auto di servizio

ultimo aggiornamento: 26/01/2015 ore 13:22

68

Ancora non risolta la questione relativa alla mancata completa copertura assicurativa delle auto di servizio utilizzate per missioni istituzionali da parte del ICQRF.

La richiesta della UIL PA di garantire la copertura kasco completa a tutela del personale in missione che guida queste autovetture, non è stata ancora accolta dal Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari, nonostante due sollecitazioni formali dirette al capo del Dipartimento Stefano Vaccari.

La misura di estensione della tutela assicurativa appare assolutamente necessaria anche alla luce di un recente episodio che ha visto coinvolto un funzionario dell’ufficio ICQRF Italia Sud-est,sede di Lecce, il quale si è ferito a seguito del ribaltamento della vettura di servizio che conduceva, nell’espletamento di una missione.


Secondo la Uilpa a fronte della sicurezza fisica e psicologica di chi è costretto a guidare auto di servizio per lo svolgimento di missioni ispettive, non si possono addurre motivazioni di carattere economico, come la carenza di fondi, o giuridiche, come l’assenza di specifiche previsioni normative.

La Uilpa ha comunicato ai vertici del Mipaaf che se dovesse persistere la carenza dell’assicurazione “Kasco completa” per il personale l’unica soluzione possibile sarà quella di utilizzare i mezzi pubblici così come previsto dalla norme vigenti.

In caso negativo sarà dichiarato lo stato di agitazione del personale su tutto il territorio nazionale.


Il Segretario generale UILPA-MIPAAF
Maurizio Maset

[26/01/2015]

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here