Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
13.4C
Venezia
domenica 28 Febbraio 2021

SEGNALAZIONI

HomeVenezia e i turistiKebab, b'n'b, souvenir: restituire a Venezia la sua dignità di città universale

Kebab, b’n’b, souvenir: restituire a Venezia la sua dignità di città universale

#Veneziamiofuturo, all'Ateneo Veneto si presentano proposte

Il Comune di Venezia sofferma il suo sguardo sulla città e con un occhio critico e un altro indagatore, cerca la via di scampo per renderla vivibile e accettata anche dai suoi residenti.
Il turismo è già altamente accontentato e coinvolto, fra offerte commerciali di ogni tipo, esercizi e ristoranti al suo servizio nelle forme più variegate e spicce, souvenir in ogni angolo, non fa niente se non sono di vetro di Murano e se i merletti di Burano offerti, sono di plastica.

Ora qualcuno sembra aver recepito che questo stato di cose non può andare oltre, e con lo stimolo del giudizio dell’Unesco, che preme sulle scelte di qualità per la città, arrivano mozioni e ragionamenti su da farsi.

Nell’occhio del ciclone le attività che vendono cibo da asporto, kebab e pizza al taglio tra i primi, e poi l’occhio vigile sui venditori abusivi, e anche su quel vasto settore che di abusivismo si nutre.

Riscoperto il valore della paesaggistica, rivalutata la geografia del valore estetico, il Sindaco Luigi Brugnaro, forte del suo accordo con il ministro Carlo Calenda, espone le norme del decreto legislativo 222, che prevedono per i Comuni la facoltà di accettare o negare l’autorizzazione per le specifiche attività, non senza aver prima considerato, d’intesa con la Regione e la Soprintendenza, le zone considerate di particolare valore storico, archeologico e monumentale per salvaguardarle e tutelarle. Non va sottovalutato che Venezia è tutta una città d’arte e che a differenza delle altre città, non ha periferia.

Il Comune sta ripensando ai taxi, ai posti barca, agli orari della percorribilità acquea, e tutto dovrà essere accordato con le specifiche categorie fra governo e opposizione della città, che per ora si esprime con una mozione di maggioranza fucsia, in attesa di una valutazione ad ampio raggio, che data la complessità d’insieme, avrà bisogno di essere debitamente studiata.

Non è solo una questione di decoro, quella che investe e abbatte Venezia, si dovrà far attenzione a non confondere le cause con gli effetti. Ed è per questo che l’Unesco spinge affinché siano coinvolte le Università, le Fondazioni, nel ridisegnare una Venezia che ogni giorno perde i suoi abitanti, e con loro la sua stessa storia.

Con venticinque milioni di turisti all’anno, che a buon diritto vogliono visitare e apprezzare Venezia, si è perso il conto della ragionevolezza, crescono a dismisura i B&B, la città vive una schizofrenia provocata da una visione bulimica del guadagno che ha creato una perenne disarmonia.

E’ questo il compito più arduo per chi amministra la città: restituire a Venezia la sua dignità di città universale, aperta, accogliente e senza esclusioni e privilegi, così come in fondo ci insegnano i principi della democrazia condivisa.

Andreina Corso

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.