Juventus e il rigore che non c’è, ma per andare avanti serve anche fortuna

ultimo aggiornamento: 15/04/2015 ore 06:41

91

Juventus e il rigore che non c'è

Juventus e il rigore che non c’è, ma a chi interessa? E’ una serata in cui ciò che conta è andare avanti senza prendere gol.
Juventus – Monaco gara 1. Juventus Stadium: buona la prima. Non andiamo troppo per il sottile. L’1-0, con vittoria senza prendere gol, è un ottimo risultato. Se non ci credete chiedete ad Allegri.
Un vantaggio da gestire al ritorno, quando sarà la squadra di Leonardo Jardim che dovrà farà qualcosa di più.

Oltrepassare l’ostacolo, sbarcare in semifinale di Champions League, era l’obiettivo: raggiunto. E poco conta che per buona parte della gara in molti dicessero che sembravano i bianconeri piuttosto che i francesi che sembravano di non meritare di stare lì dal gioco che si vedeva in campo.
Certo, serve anche la fortuna, ad esempio con un fallo che comincia fuori area ma viene visto dentro dall’arbitro. Grazie proprio a quel rigore Arturo Vidal mette in valigia il biglietto verso il Principato per giocarsi il passaggio del turno.


Buffon dedica la vittoria a Piermario Morosini e a Fabrizio Quattrocchi, e Allegri conferma che a lui interessa solo vincere: «Il risultato è buono e sono ottimista perché non aver preso gol in casa ci dà un piccolo vantaggio. Dite che è stata una partita un po’ noiosa? Chi vuole lo spettacolo e vuole divertirsi può andare al circo. Io non vado in panchina per divertirmi, ma per vincere. Non sarà facile laggiù, perché il Monaco è una squadra molto ben organizzata e adesso non dite che in casa sono meno forti e pericolosi perché non è assolutamente vero. Qui abbiamo meritato dopo un inizio difficile per le loro ripartenze. Ma sbagliava chi pensava fosse una passeggiata questo quarto di finale. Vidal? Ha fatto una delle migliori partite della stagione e fortunatamente ha segnato, perché spesso viene giudicato solo in base al gol: i rigoristi sono Carlos e Arturo, hanno deciso loro ma comunque fosse andata, la responsabilità è mia…».

Roberto Dal Maschio

15/04/2015


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here