giovedì 27 Gennaio 2022
1.6 C
Venezia

Juventus, 6 gol: una festa per gli attaccanti di riserva. Brilla Giovinco: doppietta

HomeCalcioJuventus, 6 gol: una festa per gli attaccanti di riserva. Brilla Giovinco: doppietta

Juventus 6 gol una festa per gli attaccanti

La Juventus in Coppa Italia si esalta, diventa grande e rifila 6 gol al “piccolo” Verona. Ma forse il Verona sarà rimasto sorpreso per una Madama sconosciuta, diversa da quella del campionato.
Invece il pubblico sapeva cosa stava per andare a vedere: lo Stadium era tutto esaurito (39.302 presenti) per gli ottavi, compresi 1000 coraggiosi arrivati dal Veneto.

Giovinco sale in cattedra dopo 5 minuti: punizione micidiale con il portiere Rafael che gli dà una mano. L’attaccante, che non giocava titolare dall’1 novembre a Empoli ed è in scadenza di contratto, vuole dimostrare quello che vale. Arriva poi la doppietta (3-0 sotto porta dopo grande discesa di Lichtsteiner) e il pubblico gli attribuisce un’ovazione alla sostituzione.

Juventus inedita, diversa dal campionato, dicevamo, con un Simone Pepe che non giocava dal 6 maggio 2012 contro il Cagliari. Con lui sull’ala destra Allegri può varare un 4-3-3, che mette subito in crisi un Verona privo di Toni, influenzato.

Pereyra, centrocampista che si sta adattando bene, festeggia il suo primo gol bianconero: doppio tocco di esterno destro in velocità, prima per saltare Rodriguez e poi per beff Rafael.

Ogbonna si infortuna alla caviglia, mentre Pogba fa sembrare una magia anche il doppio rimpallo fortunoso del 4-0. Morata ha bisogno di segnare e si «prende» il rigore guadagnato da Giovinco. Persino la banda di Mandorlini trova un sorriso: l’esultanza di Nené per il momentaneo 4-1 è smodata.

Coman tira fuori un magnifico destro del 6-1 da fuori area, primo gol con la Juve anche per lui.
La Juve fa festa e tutti i suoi attaccanti di riserva con lei.

Roberto Dal Maschio

[16/01/2015]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

Mestrino condannato per violenze sessuali alla bimba di 6 anni

Venezia. Un abominevole abuso ai danni di una bambina di sei anni. Le parole, la sentenza e le pene adeguate all’orrore di questo abominevole abuso, le assegnerà la Giustizia a colui che si stenta a chiamare uomo, colui che ha commesso reati...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...