Johnny Depp e la moglie Amber Heard rischiano la prigione per i cagnolini

ultimo aggiornamento: 17/07/2015 ore 07:51

140

Johnny Depp moglie Amber Heard in prigione per cagnolini

Johnny Depp e la moglie Amber Heard avevano avuto problemi per i suoi due cagnolini in Australia, ne parlavamo a metà maggio.

Jack Sparrow e la moglie Amber avevano lasciato furtivamente l’Australia con i due loro cagnolini chiusi in una borsetta scappando, di fatto.


Boo e Pistol, i due tenerissimi Yorkshire della coppia, sarebbero stati abbattuti dal ministero dell’Agricoltura e la coppia avrebbe dovuto presentarsi nuovamente davanti al tribunale australiano per violazione alle leggi sanitarie sull’importazione di animali. Ci scherzano poco con queste cose da quelle parti. I due,invece, hanno preferito scappare.

Ora la moglie di Johnny Depp, Amber Heard, è incriminata in Australia per l’ingresso illegale nel Paese dei loro due cagnolini – Pistol e Boo – e dovrà comparire in tribunale a settembre.

Il direttore della pubblica accusa federale ha emesso a suo carico un mandato di comparizione per violazione della legge sulla quarantena e per aver fornito un documento falso, reati punibili con multe fino a 100 mila dollari australiani (70 mila euro) o 10 anni di detenzione.


I due piccoli Yorkshire terrier hanno fatto scattare un caso internazionale dopo essere giunti con la coppia a bordo del jet privato di Depp, che tornava in Australia il 21 aprile scorso per riprendere le riprese del quinto capitolo della serie cinematografica ‘Pirati dei Caraibi’, presso gli studi della Gold Coast a nord di Brisbane.

La violazione è stata scoperta quando una foto dei due cagnolini è stata condivisa sui social media dalla proprietaria di un salone di bellezza per cani, a cui Pistol e Boo erano stati affidati poco dopo il loro arrivo.

Laura Beggiora

17/07/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here