Milan raggiunto a tempo scaduto, Inzaghi esonerato subito?

ultimo aggiornamento: 08/03/2015 ore 11:10

99

Inzaghi esonerato subito?

Il Milan va sotto per un rigore che Luca Toni trasforma e rimonta soltanto grazie a Ménez che firma dal dischetto l’1-1 alla fine del primo tempo e ad un tiro di Mexès da cui nasce l’autogol di Tachtsidis a inizio ripresa. La squadra di Mandorlini capisce che non tutto è perduto con questo milan, però: lo stesso Tachtsidis colpisce la traversa prima dell’acuto di Lopez, liberato dal colpo di testa di Juanito Gomez, in anticipo su Bocchetti, proprio l’uomo mandato in campo da Inzaghi per proteggere la vittoria. Una mossa fischiata da San Siro. 2-2 quattro minuti oltre il 90′ e tecnico appeso ad un filo, a questo punto.

Dieci punti in dieci partite sono un conto impietoso, a cui vanno aggiunti i fischi e la prevedibile ira funesta del presidente Berlusconi. La platea non ha digerito soprattutto la scelta di mandare in panchina Destro per puntare sul fin qui sotto-utilizzato Pazzini, ed ha contestato il cambio di quest’ultimo con Bocchetti a un quarto d’ora dalla fine.


Inzaghi esonerato subito? Questa la domanda bruciante

L’avventura di Pippo al Milan pare al capolinea. Oggi la decisione definitiva sul futuro dell’allenatore. Due le strade possibili: tirare avanti fino a giugno o affidare subito la panchina a Mauro Tassotti.
Ma lui, Pippo, come vive l’attesa di conoscere la risposta alla domanda: Inzaghi esonerato subito?

«Dispiace prendere gol a dieci secondi dalla fine: siamo stati dei polli. Ora è difficile ripartire dopo una rete così. Non è vero che la squadra ha mollato, sotto di un gol ha reagito portandosi in vantaggio. Cosa succederà domani? Non dovete chiedere a me. Io vado avanti a testa alta, del resto anche con il Verona si è visto che ho pochi ricambi. La società deve fare quello che crede. Anch’io sono deluso ma guardo avanti».


La scelta di Pazzini? «Mi chiedete sempre perché non gioca .. del resto non è che al posto di Destro ha giocato un Primavera. Finora Mattia aveva sempre giocato, ho pensato che Pazzini meritasse una chance».
Il cambio Bocchetti-Pazzini? «Ho fatto quel cambio per alzare Antonelli a centrocampo, sperando nelle ripartenze dei tre davanti Ménez-Honda-Cerci. Se fossero arrivati i tre punti i commenti sarebbero diversi».

Roberto dal Maschio

08/03/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here