2.8 C
Venezia
lunedì 18 Gennaio 2021

Inter vince il derby. Forcing rabbioso finale del Milan guidato da Balo

Home Calcio Inter vince il derby. Forcing rabbioso finale del Milan guidato da Balo
sponsor

Inter vince il derby e il primato della classifica

sponsor

L’Inter vince il derby e il primato della classifica è suo: sola in testa con tre vittorie consecutive dopo le prime tre di campionato, quindi a punteggio pieno come era successo l’ultima volta con Hector Cuper tredici anni fa, una vita fa.
Jovetic ha fatto registrare un’altra prestazione straordinaria, è stato una costante spina nel fianco della difesa milanista, ma per risolvere il derby c’è voluto il controverso Fredy Guarin che ha trovato il guizzo del campione vero con una ripartenza micidiale in un momento in cui il Milan stava mettendo in difficoltà la difesa dell’Inter.
Micidiale l’apertura di Santon nell’occasione che taglia le linee arretrate rossonere come un bisturi, poi ci pensa Guarin ad aggiustarsi la palla e depositarla nell’angolino sinistro.

commercial

L’Inter vince un derby che si era inizialmente appoggiato e impostato sulla paura: nessuna delle due squadre voleva perdere e alcuni passaggi difensivi clamorosamente sbagliati lo hanno dimostrato.
Poi la squadra di Mancini ha puntato soprattutto a difendersi con grande impegno, con un grande ed attentissimo Handanovic e con … fortuna. Diverse volte, infatti, il pallone ha attraversato l’area nerazzurra come in un binario senza che nessuno riuscisse ad intervenire.

Il gol dell’Inter taglia le gambe ai tifosi rossoneri e alle intenzioni del Milan che fino a quel momento si era dimostrato più organizzato, con in più i due davanti, Bacca e Luiz Adriano che si trovavano a meraviglia. L’innesto di Balotelli, che si vedeva voleva assolutamente dimostrare qualcosa nel palcoscenico più importante (affezione al Milan o disaffezione all’Inter non è importante cosa), ha ulteriormente spostato la bilancia a favore del Milan.

Tutto inutile. Mihajlovic in maniche di camicia, resta ammutolito. Il Milan perde e si tratta della seconda sconfitta in tre partite, che rischia di indebolire la posizione dell’allenatore serbo, soprattutto agli occhi di Berlusconi.
Mancini, invece, sorride, elegante, consapevole che il suo progetto (impegnativo e costoso in termini di risorse) sta prendendo forma e funziona. Una bella soddisfazione.

Mihajlovic può consolarsi in chiave futura: Honda ha ben svolto il lavoro del trequartista, Montolivo e Kucka hanno reso il centrocampo è più solido e Balotelli, se gioca con questa intensità può cambiare in qualsiasi momento la partita (ha colpito un palo esterno).
Luiz Adriano e Bacca sono la coppia delle meraviglie rossonere, lesti, feroci, abili a dialogare, spaccano taglienti la morbida difesa interista: il colombiano ispira, il brasiliano è una freccia. Il numero nove sbaglia la prima palla gol dopo appena tre minuti che è anche la più clamorosa: Handanovic ci mette una pezza. Un’occasione pari a quella dell’Inter dieci secondi prima dell’intervallo che Icardi, liberato da Jovetic, sbaglia confermando di essere lontano dalla forma migliore.

Felipe Melo, al debutto in maglia nerazzurra, è l’emblema della battaglia nel derby: “Sono felice, ringrazio Dio per questo successo – ha dichiarato il brasiliano ai microfoni di Inter Channel -. Abbiamo vinto una partita importante. Per indossare questa maglia devi lottare, sono qua per aiutare l’Inter a tornare ad essere protagonista. Andiamo avanti così. Un derby così è comunque più difficile di quelli che ho giocato in Turchia. Non ho fatto il ritiro e sono arrivato 25 giorni dopo gli altri. Non sono ancora al 100%. Oggi è stata una partita molto tattica ma anche tecnica, è questo il calcio italiano. Mancini? Avere la stima di un allenatore è molto importante, ma per me non è una rivincita nei confronti della Serie A. Sono qua per fare il mio”.

Balotelli, entrato al posto di Bacca, ha guidato il rabbioso e disperato assalto al fortino nerazzurro, ma la squadra di Mancini ne ha perse e pareggiate tante in extremis e sembra aver imparato la lezione.

L’Inter vince il derby 1-0 ma soprattutto è l’unica a punteggio pieno.
La partita finisce con Mario che esce dal campo imprecando verso il pubblico (quello interista): “E’ questa l’unica maglia (quella milanista) che conta per me”.

Roberto Dal Maschio

14/09/2015

Riproduzione vietata

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

Covid, ultime notizie e aggiornamentiVaccino obbligatorioConcorso Letterario

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

La morte di Daiana, 28 anni, mentre cammina in Strada Nova, sconvolge Venezia

La morte di Daiana, 28 anni, ha sconvolto la città. Già quando si riferiva di un improvviso malore per la giovane donna, mentre si...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da...
commercial

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

Accumulatore scomparso, lo trovano morto sotto metri di abbigliamento

Accumulatore scomparso da giorni, i pompieri lo trovano morto sotto alcuni metri di abbigliamento. Oggi pomeriggio, venerdì 15 gennaio 2021, i vigili del fuoco sono...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

È morta Gina Smerghetto, la mamma del falconiere Ivan Busso

È morta ieri, venerdì 15 gennaio, Gina Smerghetto di 65 anni. È scomparsa poco prima della celebrazione del funerale del figlio Ivan Busso, il...

Il virus torna a scuola: classi che riprendono subito fermate (due a Venezia)

La scuola è ripartita ma nella provincia di Venezia ben otto classi sono state fermate dopo la pausa natalizia. Sono quelle in cui ha...

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...
sponsor

Coronavirus Venezia, quasi 10% di ricoveri in più in 3 giorni a Venezia e Mestre

Coronavirus Venezia e provincia che è ormai diventato come tirare i dadi ogni giorno. Al trend segnalato ieri con un leggero rallentamento dei numeri,...

Venezia surreale per il covid. La basilica di San Marco diventa “faro”

Di Giorgia Pradolin E' un meraviglioso set a luci spente Piazza San Marco. Vuota e immersa nel silenzio, tranne l'eco di qualche passo sui masegni,...

Covid martedì in Veneto: numeri pesantissimi. Prima regione d’Italia per nuovi contagi

Covid oggi in Veneto che si apre con un dato molto pesante. Il numero dei morti per Covid-19 in Veneto registra oggi, martedì, 166 decessi...

Baby Gang in tram, Sambo: “Dov’è finito il piano educativo?”. Lettere

Baby Gang in tram. (Riceviamo e pubblichiamo). Ieri è andato in scena l'ennesimo episodio di violenza ad opera di adolescenti. Gli adulti, in particolare quegli adulti che...

La Milano bene trema: abusi su modelle minorenni, tre manager della moda in manette

Abusi su modelle minorenni, una vittima, "eravamo carne da macello". Anche clienti facoltosi tra gli "incontri". La più giovane è del 2004, ha solo 17...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...
commercial

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Operazione ‘Onda Lunga’: alberghi e appartamenti a Venezia con traffici dei ‘Permessi di Soggiorno’

Operazione 'Onda Lunga' della Divisione Anticrimine della Questura di Venezia: sequestri per oltre un milione di euro. Nella mattinata di oggi si è infatti svolta...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Multe e denunce dopo le verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni in aeroporto a Venezia

Multe e denunce penali dopo che gli agenti hanno svolto le opportune verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni all'aeroporto Marco Polo di Venezia, e sono...

Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti.

(Riceviamo e pubblichiamo). Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti. ...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.