20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Inter fuori dalla Coppa Italia, 1 – 0 per l’Udinese. Standing ovation per Zanetti

HomeCalcioInter fuori dalla Coppa Italia, 1 - 0 per l'Udinese. Standing ovation per Zanetti

saverio zanetti capitano inter

Inter fuori dalla Coppa Italia, la sua corsa nel torneo è già finita. La squadra di Mazzarri si ferma in una serata opaca a Udine agli ottavi, raggiungendo un risultato negativo che non veniva eguagliato dal 2002.

L’Udinese vince con merito con gol di Maicosuel, trovando la verticalizzazione che già aveva spianato la strada a Napoli e Lazio.

L’eliminazione è un brutto colpo per il morale degli interisti, che hanno cominciato il 2014 con il piede sbagliato, soprattutto pensando che si erano ripromessi di migliorare il finale di 2013. Ma ci rendiamo conto che parliamo di cose dette e ridette mille volte.

L’Inter perde a Udine per cause note: mentre sembra che a Tohir il fatto non tocchi, il tasso tecnico della squadra è di livello medio-medio e avrebbe urgenza di tre ritocchi: almeno uno per reparto.

Ma tutte le analisi rimangono lettera morta perchè tocca proprio a Thohir decidere se vuole costruire una squadra forte o si accontenta di partecipare al campionato avendo come unico obiettivo privilegiare le esigenze di bilancio.

L’Udinese ieri sera ha tenuto in mano la partita con discreta personalità fino al momento del vantaggio, nato da un cross dalla destra di Nico Lopez, che Maicosuel ha corretto in rete da un metro, con Samuel e Zanetti clamorosamente in ritardo.

L’Inter può vantarsi di un paio di occasioni verso la porta avversaria: un tiro da lontano di Kuzmanovic che doveva essere un cross invece ha sbattuto sulla traversa; un tiro di Mudingayi deviato in angolo. Oggettivamente un po’ poco.

Mazzarri ha pagato l’obbligo di mettere in campo una squadra sperimentale, questo va detto. Tanti campioni al rientro rimasti fuori a lungo devono riprendere il clima partita (Milito, Samuel, Mudingayi e tutto sommato Zanetti); e poi occorreva sperimentare: Kovacic e Kuzmanovic in campo contemporaneamente.

Tutto inutile: i neroazzurri faticano moltissimo per arrivare con la palla negli ultimi 20 metri. Poi basta perdere un pallone a centrocampo e in una squadra di mezze punte non c’è nessuno che interdisce…

Momento più bello della serata: Mazzarri richiama in panchina Zanetti e tutto lo stadio del Friuli si alza in piedi per una standing ovation battendo le mani, udinesi per primi. Emozionante.

Roberto Dal Maschio

[10/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.