COMMENTA QUESTO FATTO
 

inter forza da singoli e gruppo

Inter vincente e convincente. Squadra forte e strutturata, dotata di forza dei singoli e – per la prima volta dopo anni – del gruppo.
Inter in realtà anche un po’ lenta, un po’ sulle gambe, in difficoltà per il caldo e per la velocità del Chievo, ma con una grande risorsa: il cinismo. E’ bastata una sola vera occasione ed ha vinto una partita difficilissima.

I singoli, grandissima risorsa: Jovetic con Atalanta e Carpi, Guarin col Milan, col Chievo è stato decisivo Icardi. Si attendevano i suoi gol, e lui ha risposto: zampata svelta e furba a fine primo tempo dopo una bella combinazione Telles (rimessa)-Jovetic (velo)-Kondogbia (cross) e un grave errore di Gobbi.
Il gruppo: il potenziale offensivo è enorme e le alternative tantissime. Attaccanti, mezzepunte, centrocampisti: il pericolo può nascere da chiunque.

Su tutti, alcuni nomi: Kondogbia e Santon in crescita continua con la leadership tattica e fisica di Medel e Melo.
Medel a Inter Channel: “Gioco dove serve, l’importante è aiutare la squadra. Non siamo ancora al 100% ma la cosa che conta è aver portato a casa un’altra vittoria. Tutti gli attaccanti del campionato sono difficili da marcare, per questo è fondamentale mantenere la concentrazione e dare sempre il massimo. Il successo di oggi è la vittoria del gruppo, adesso pensiamo subito alla sfida di mercoledì contro l’Hellas Verona”.

Icardi – uomo match – a Inter Channel: “Avevo già provato l’emozione di indossare la fascia. Fare gol, per un attaccante, è un dovere. Ero tranquillo perché sapevo che prima o poi sarebbe arrivato. Oggi era importante per la squadra, non era facile perché la palla è rimasta lì e Bizzarri non è facile da superare. Ho provato a superarlo con uno scavetto, poi l’ho buttata dentro. Scudetto? Ci sono 9-10 giocatori nuovi e stiamo facendo molto bene. Abbiamo iniziato il campionato in maniera positiva, ma è ancora presto per parlarne. La Juventus ha vinto gli ultimi quattro scudetti e sono loro i favoriti. Noi stiamo lavorando per trovare la giusta intesa, piano piano diventerà tutto automatico”.

Roberto Dal Maschio

21/09/2015

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here