COMMENTA QUESTO FATTO
 

insegnante di ripetizione fa sesso con allievo di 16 anni

Sul lavoro era integerrima, i risultati c’erano, ma la famiglia del ragazzo non poteva aspettarsi che era un sistema basato su premi… erotici.
Insegnante 31enne fa sesso con il suo allievo di 16, e gli atti erano una specie di premio per il ragazzo che ben volentieri così si impegnava nello studio.

Lei, psicologa vicentina, dava ripetizioni di matematica e italiano al ragazzo, e i frutti si vedevano, finchè i due non sono stati beccati dal padre di lui, rientrato prima, sotto la doccia.

Uno dei momenti piccanti che servivano da incentivo per migliorare la curva dell’apprendimento, secondo quanto pare abbia dichiarato l’insegnante, e gli incentivi avevano funzionato, tanto che il ragazzo ha superato brillantemente gli esami di riparazione a settembre.

L’insegnante di ripetizione, non appena si è resa conto di piacere al 16enne dell’Alto Vicentino a cui faceva lezione, ha deciso di concedere il suo corpo in premio, con un sistema di bonus.

Tutto ha funzionato finchè il padre del ragazzo ha sorpreso la psicologa nella doccia
col figlio, in atteggiamenti inequivocabili. Lei si è rivestita in un momento di grande imbarazzo, ha provato ad abbozzare qualche scusa, ma è scappata dalla casa con il genitore che la ‘invitava’ a non farsi mai più rivedere.

Non sapendo come proseguirà il rendimento del ragazzo negli studi, c’è da dire che la ‘scoperta’ è stata opportuna, la famiglia, infatti, visti i risultati delle ripetizioni, volevano affidare anche l’altro fratello alle sue ‘cure’.

Laura Beggiora

24/10/2014

Riproduzione vietata

(nella foto: una scena del film Bad Teacher con Cameron Diaz)

Riproduzione Riservata.

 

10 persone hanno commentato questa notizia

  1. Non ci vedo niente di male….se fosse capitato a mio figlio sarei stato contento…perché tutti sti moralismi quando esistono migliaia di violenze domestiche nascoste e impunite, stupri e quant’altro…..il sesso è bello quando si è in due a volerlo….che importa l’età?

  2. Che il genitore e’ un imbecille, ecco cosa penso. Di corsa doveva affidarle l’altro figlio e, gia’ che c’era, poteva lasciarli discretamente sotto la doccia, ma intervenendo dopo, quando si erano rivestiti, con affabilita’ a proporre un bel mucchio il giorno dopo. E’ proprio che il pane va a chi non ha i denti.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here