Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
5.2C
Venezia
giovedì 04 Marzo 2021
HomeNotizie VenetoInquinamento dell'acqua, la Procura indaga ma sullo sfondo aleggia la prescrizione

Inquinamento dell’acqua, la Procura indaga ma sullo sfondo aleggia la prescrizione

Inquinamento dell'acqua, la Procura indaga ma sullo sfondo aleggia la prescrizione

Complessa e variegata si presenta la modalità dell’indagine che la Procura di Vicenza sta svolgendo in materia di danno ambientale. Già da qualche anno la Regione Veneto e l’Istituto Superiore di Sanità avevano riscontrato, attraverso accurate analisi del sangue degli abitanti di Verona, Vicenza e Padova, la presenza di agenti inquinanti (Pfas), molto dannosi per la salute.

Il tramite è l’acqua, contaminata dalla presenza di sostanze perfluoro-alchiliche che l’Arpav individua come elementi potenzialmente cancerogeni che conducono alla Miteni spa, l’industria chimica di Trissino e direttamente al suo amministratore delegato, fino al 2013, Luigi Guarracino, iscritto dalla Procura stessa di Vicenza, nel registro degli indagati.

Ora si tratta di stabilire se la Miteni, oggi guidata da Antonio Nardone sia la responsabile della contaminazione delle acque, in che misura e l’attinenza con le conseguenze che potrebbero interessare 120mila veneti esposti alle sostanze e altri 250mila minacciati dalla contaminazione acquifera.

L’avvocato di Luigi Guarracino, Leonardo Cammarata, sostiene di attendere ulteriore verifiche, del resto già ha difeso negli anni scorsi l’ex amministratore delegato della Miteni in altri processi attinenti i reati ambientali in diverse città italiana.

Nel mirino quindi cause ed effetti degli sversamenti abusivi e dannosi alle falde acquifere, provocati da Miteni nel Veneto, anche se l’industria chimica dichiara di aver sempre rispettato le norme di legge di produrre (ora) molecole a catena corta, evitando altre molecole che in precedenza avevano provocato alterazioni ambientali. Dal 2015 esiste una legge che interviene sul disastro ambientale e potrebbe farsi spazio, data la lettura dei tempi che circoscrivono al 2011 il reato, la concreta caduta in prescrizione.

La Procura di Vicenza, affiancata da quella di Verona, intende stabilire il nesso di responsabilità dell’industria chimica Miteni in materia di inquinamento e delle sue conseguenze sulla salute dei cittadini, in una grande indagine che coinvolgerebbe tutto il Veneto che ha subito per anni sversamenti abusivi che hanno provocato danni e inquinamenti.

Andreina Corso | 27/05/2016 | (Photo d’archive) | [cod inqua]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...