20.4 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Il piccolo Loris di 8 anni ha subito violenza

HomeCronacaIl piccolo Loris di 8 anni ha subito violenza

Il piccolo Loris di 8 anni trovato morto subito violenza

La realtà, dopo tante ipotesi arriva dall’autopsia.
Il piccolo Loris di 8 anni trovato morto ha subito violenza prima di morire, «non possiamo dire quale tipo di violenza», dice il procuratore della Repubblica di Ragusa Carmelo Petralia, ma il reato ora è «omicidio volontario», pur senza indagati.
Ma se il piccolo Loris di 8 anni trovato morto ha subito violenza, da chi l’ha subita?
Le indagini sono al massimo della loro intensità, controlli telefonici, interrogatori, filmati, nulla viene trascurato. L’auto del cacciatore, primo testimone arrivato davanti al canalone della morte, il pensionato che ha scoperto il corpo di Loris, è stata posta sotto sequestro.

Nulla viene trascurato dagli investigatori, neanche il fatto che dopo quattro ore di ricerche del piccolo, il cacciatore, senza saperlo spiegare agli inquirenti, con tutto il paese si mobilitava, racconta di essere andato in quel luogo scoprendo per caso il corpicino di Loris Andrea.

Testimoni: non ancora ufficialmente confermato il racconto di una signora amica di famiglia che avrebbe visto il bimbo alle 9 in paese, senza zaino. Questo zainetto, con la scritta Toy Story e le cinghie gialle, qualcuno lo deve aver preso.

Causa della morte: il piccolo Loris sarebbe stato ucciso altrove e poi abbandonato nel punto in cui il cacciatore lo ha trovato sabato pomeriggio: il bambino aveva ferite alla testa «compatibili» con la «caduta» da un’altezza «fra i tre e i cinque metri» che non corrisponderebbe al punto dove si trovava il corpo, dove c’è un’altezza di circa un metro e mezzo. Troppo poco per le fratture al cranio che sarebbero state riscontrate.

Mario Nascimbeni

01/12/2014

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.