Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
9.1C
Venezia
domenica 28 Febbraio 2021
HomeLettereIl futuro di Porto Marghera alla luce del Comitatone

Il futuro di Porto Marghera alla luce del Comitatone

Da molto tempo si discute nei media, nei tavoli istituzionali e tra i lavoratori sul futuro di Porto Marghera. Dopo anni di recessione e di crisi che hanno determinato pesantissime ricadute sull’occupazione soprattutto nei settori industriali, ma anche
pesanti ricadute sull’occupazione nei servizi in generale ed in particolare nella logistica e nei trasporti, è doveroso che di futuro si discuta, è doveroso che oltre a discuterne si facciano scelte precise, e doveroso recuperare il grande ritardo di tanti anni che ha molte responsabilità.

Guardando avanti si deve necessariamente partire dalla salvaguardia del lavoro esistente e qualificato che oggi è ancora ben presente nell’area, di qualsiasi settore sia, sicuramente industriale -portuale ma anche logistico e dei servizi.

Oltre la crisi, le grandi trasformazioni di questi anni hanno reso evidente l’intreccio e la commistione tra più settori come valore strategico di competitività dei sistemi economici, del territorio e dello stesso lavoro.

Il dialogo tra sistemi della produzione e sistemi del trasporto e della logistica sono fondamentali rispetto il consolidamento produttivo, anzi rispetto la qualità dello sviluppo di un territorio e Porto Marghera ha tutte le potenzialità, le capacità le energie per utilizzare al meglio la sua storica vocazione industriale con la sua storica naturale struttura portuale.

Abbiamo ribadito in più occasioni e lo confermiamo che come sindacato FILT CGIL condividiamo i processi in atto di riconversione e rilancio dell’industria a Porto Marghera, un rilancio che deve necessariamente tenere conto del valore del sistema logistico come fattore di produttività di sistema.

Risulta incomprensibile una visione di contrapposizione, ancorchè anacronistica, tra
l’industria e il porto o i sistemi logistici, ma vale anche per il settore del turismo e del commercio dove sono presenti moltissimi lavoratori, e che riteniamo anche noi si debba regolamentare ed intervenire per non soffocare assieme al centro storico anche gli altri settori della produzione.

La discussione che in queste settimane si sta facendo sulle aree di crisi complessa è l’occasione di una programmazione e di una progettualità che rilancia queste questioni, a partire dal rilancio industriale ma non solo, il rilancio complessivo di porto Marghera e della Città di Venezia con al centro il tema del lavoro e dell’occupazione.

Pesano certamente scelte che aspettiamo da anni e che ancora non ci sono da parte del
Governo, in modo particolare sull’inadeguata conca di navigazione, sulla gestione del
sistema Mose, sulla Portualità che per effetto di queste infrastrutture deve velocemente cambiare per essere più efficiente e con lei complessivamente il sistema dei servizi legati all’accessibilità nautica delle navi al Porto industriale e commerciale.

Sia chiaro che se non si riesce ad entrare in porto in tutte le banchine con le navi non c’è futuro per nessuna attività a Marghera”.

FILT-CGIL Venezia

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.