18.9 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Il Cleaning Day di Venezia tutto l’anno: il Comune dovrebbe dar la cera e regalare le ciabattine

HomeAltre NotizieIl Cleaning Day di Venezia tutto l'anno: il Comune dovrebbe dar la cera e regalare le ciabattine

cleaning day venezia rimozione lucchetti

Basterebbero delle telecamere. E se le telecamere gia’ ci fossero basterebbe che servissero a qualcosa, altrimenti perche’ mai averle installate? Ci vorrebbe una multa salata a chi si permette di toccare tanta meraviglia!

Alcuni cittadini sono stati bravi, ma non dimentichiamo che cio’ che e’ accaduto ieri dovrebbe essere normalita’.
La pulizia della citta’ dovrebbe essere periodica e costante, non addirittura una notizia da finire sulle pagine dei giornali.
Dovrebbe essere costante che l’Amministrazione facesse dipingere la facciata del ponte piu’ bello del mondo, che la sgomberasse dall’immondizia, dalla sporcizia e che ripulisse le rive.

Direi che paradossalmente il Comune dovrebbe far dar la cera ai pavimenti e regalare ad ogni ospite un paio di ciabattine per non sporcare per terra.
Questo non e’ un compito dei cittadini.
I cittadini possono collaborare, ma non sostituire chi ha determinati compiti.
In ospedale, ai ricoverati, le punture vengono fatte dagli infermieri. Non ho ancora visto che le punture vengon fatte dai parenti. Non mi meraviglierebbe. Il puntura day.

In sintesi, il cittadino deve fare il cittadino, il vigile deve fare il vigile, il responsabile deve fare il responsabile, l’irresponsabile deve fare l’irresponsabile, l’imbrattatore di muri no, speriamo che si commuova e decida di cambiar mestiere.

A ognuno il proprio ruolo. Le cose di sicuro funzionerebbero meglio.
Sono convinto che il Cleaning day sia una bella iniziativa, ma altrettanto convinto che nel corso dell’anno a tutto questo ci debba pensare chi ne ha il compito.
I preposti. E ci sono.

Il cittadino un compito ce l’ha sempre e non solo il giorno del Cleaning day: quello di tener pulita la propria citta’ SEMPRE, di mettere in strada l’immondizia negli orari stabiliti, di non abbandonare spazzatura sulle rive, di non inzozzarla e di segnalare a “chi di dovere” i trasgressori e coloro che questa citta’non la rispettano.

Gia’… “a chi di dovere.”

Un calderino a tutti
Dal Vs.
Cesare Colonnese

10/10/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.