Il canto ribelle – Il mondo di Asgard visto da Loki

ultimo aggiornamento: 29/11/2015 ore 18:52

156

Il canto ribelle - Il mondo di Asgard visto da Loki

Dal caldo sapore del cioccolato di “Chocolat” alla fredde lande di Asgard de “Il canto del ribelle“, edito da Garzanti. Questo il lungo viaggio di Joanne Harris, che dimostra ancora una volta la sua versatilità letteraria, portandoci la voce, il gospel dell’antieroe per eccellenza della mitologia nordica.

Per Loki, il dio delle fiamme, intelligente, affascinante, ingannatore, spiritoso, l’accoglienza ad Asgard non è delle migliori. Nella città dorata che s’innalza nel cielo in fondo al Ponte dell’Arcobaleno, dove vivono le donne e gli uomini che si sono proclamati dèi, tutti diffidano di lui, che ha nelle vene il sangue dei demoni. Malgrado la protezione di Odino, Loki ad Asgard continua a non essere amato: quello è il regno della perfezione, dell’ordine, della legge imposta. Entrare definitivamente nella schiera delle divinità più importanti, per lui, è impossibile: non solo gli viene impedito, è la sua stessa natura ribelle a impedirglielo. Ma arriva il momento della sua riscossa. Il mondo delle divinità è agli sgoccioli, una profezia ne ha proclamato la fine imminente. E Loki potrà mettere le sue capacità al servizio di Asgard e dei suoi abitanti. È lui che si adopera, con la sua astuzia, per trarre in salvo Thor e compagni. Ma gli dèi sono capricciosi, volubili e di certo non più leali di Loki. Adesso è giunta per lui l’ora di decidere da che parte stare, chi difendere e contro chi muovere battaglia. E di scoprire se i suoi poteri e la sua astuzia possono davvero salvarlo dalla fine che minaccia i Mondi e le creature, umane e divine, che li abitano.


“Il canto del ribelle” è uno di quei libri che ti tengono incollati pagina dopo pagina e che la Harris riesce a gestire con estrema sapienza, creando una sorta di antologia delle avventure di Loki, ma non più dal punto di vista dei buoni, ma dal suo sguardo corrotto, burlone e, sicuramente, affascinante.

Se chi ama la mitologia nordica conosce già le storie delle grandi divinità di Asgard come Thor e Odino, qui potrà sentire l’altra campana, quella del capro espiatorio, attraverso una prosa divertente quanto coinvolgente, che riesce a rendere tridimensionali le vallate, i mostri e gli eroi che popolano questo universo fantastico.

Tutti amano Thor, ma grazie alla Marvel, moltissimi si sono riscoperti amanti del dio degli inganni, di Loki e l’opera della Harris soddisfa la curiosità di tutti coloro che hanno sempre desiderato sapere di più su questa figura, sulle sue origini. E lo fa attraverso una voce suadente, calda, moderna, che parla direttamente al lettore, conquistandolo riga dopo riga, tanto che, alla fine, è impossibile non patteggiare per Loki.


La sua simpatia, il suo essere più normale di tutte le altre divinità, il suo dimostrare difetti e far emergere quelli degli altri che sennò agli occhi del popolo adorante sarebbero perfetti, lo avvicinano al mondo terrestre, aprendo però anche un parallelismo non da poco.

La lunga storia di Loki con tutte le sue avventure, tra cibo, donne e persone che vorrebbero non vederlo mai più, si trasforma in una parabola del mondo delle celebrità, che ogni tanto scendono in terra per condividere la loro aura tra i comuni mortali, creando legami, lasciando degli echi, per poi tornare sul loro piedistallo. E, come detto, Loki è il più umano tra gli dei: lontano dall’infallibilità, dotato di pochi poteri, l’unico modo che ha di sopravvivere è di usare l’ingegno ed è grazie a questo che risulta il più vicino al lettore.

Joanne Harris ritrae una divinità che si trova a metà strada tra gli esseri umani e gli invincibili di Asgard, regalandoci un nuovo punto di vista accattivante ed irresistibile. Provare per credere

Sara Prian

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here