I discorsi di Greta Thunberg in Nessuno è troppo piccolo per fare la differenza

20

Greta Thunberg è uno di quei personaggi che fa discutere l’opinione pubblica, che accende accesi dibattiti da bar su chi la trova il leader ideal per farci uscire da questa crisi climatica e chi la vedo come un burattino manovrato da chissà cosa per farci dialogare con le nostre più oscure paure.

Su di lei se ne sono lette davvero di ogni: da veri e propri insulti al suo esatto opposto. Una valanga di articoli che riproponevano le sue idee, le facevano a pezzi o le esaltavano, sempre con il filtro del giudizio personale.

Per questo un piccolo phamplet come Nessuno è troppo piccolo per fare la differenza, edito da Mondadori è un’opera utilissima per farsi un’idea personale sul pensiero di Greta e sulla situazione ambientale che stiamo vivendo.

Nell’agosto 2018 la quindicenne decise di scioperare dalla scuola per richiamare l’attenzione sul mancato rispetto dell’Accordo di Parigi sul clima. Da allora ogni venerdì si mette davanti al Parlamento a Stoccolma, o in altre piazze del mondo, con un cartellone scritto da lei su cui si legge «Skolstrejk för Klimatet» (Sciopero dalla scuola per il clima). Quello slogan, quel gesto hanno ispirato migliaia di giovani e sono diventati un fenomeno globale. Studenti e studentesse di tutto il mondo si sono uniti a Greta nella sua battaglia per la salvaguardia del pianeta, tanto da creare un movimento che, ogni settimana, si raduna per protestare pacificamente secondo il motto #FridaysForFuture. Greta, in quanto portavoce, è stata invitata a conferenze, comizi e altre manifestazioni pubbliche e in ognuna di queste occasioni è stata lei stessa a scriversi il discorso, dopo essersi fatta confermare da scienziati e ricercatori solo i dati relativi al cambiamento climatico.
Questo libro raccoglie i suoi discorsi più importanti, dal primo intervento pubblico in occasione della Marcia per il clima di Stoccolma al suo intervento alla manifestazione FridaysForFuture di Vienna.

Ma è anche un libro fortemente interessante per avere, tutto in una volta, il manifesto di questa giovane donna capace di smuovere le masse in un modo o nell’altro. Ad un’analisi attenta di questa raccolta, infatti, si può notare come Greta utilizzi nel 2018 la ripetizione di alcune formule e la stessa cosa fa nel 2019 anche se con frasi diverse. Questa è una tecnica di neuromarketing in cui la ripetizione di un qualcosa porta il cervello di chi ascolta a dargli un urgenza che prima non aveva e a memorizzare molto più facilmente il tutto.
Vi ho voluto parlare di Nessuno è troppo piccolo per fare la differenza non per dare un giudizio sull’operato di Greta, ma per darvi la possibilità di farvi una vostra idea leggendo con attenzione i suoi discorsi che magari avrete sentito tagliati e non completi per tv, perché, ricordate sempre che verba volant scripta manent.

Sara Prian
Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 
Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: pandorarecensioni.vdv@gmail.com

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here