13.2 C
Venezia
giovedì 23 Settembre 2021

Gli omicidi dei gay

HomeMondo gayGli omicidi dei gay

gay pride a venezia 5

Negli ultimi anni si fa un gran parlare di stragi islamiche, di femminicidi e di crimini degli immigrati. Fatti, indubbiamente veri. Nei giorni scorsi, Mario Adinolfi, leader del Popolo della Famiglia e direttore di un quotidiano italiano ha rotto un “tabù” che nessun opinionista, politico o giornalista ha mai avuto il coraggio di affrontare: i crimini dei gay.

Sul quotidiano da lui diretto, lancia in resta, Adinolfi ha sciorinato una seria impressionante di fatti assolutamente veritieri e non contestabili: Gloria Rosboch, una professoressa uccisa per soldi dal suo ex allievo gay Gabriele Defilippi con la complicità operativa dell’amante; Luca Varani, un giovane di 23 anni torturato e ucciso per puro sadismo durante una sessione di sesso
dai compagni di “giochi” Marco Prato e Manuel Foffo; Gordon Semple un omosessuale inglese, rimorchiato su una chat gay dall’italiano Stefano Brizzi, ucciso e fatto a pezzi dopo un gioco erotico finito male; i coniugi di Pontelangorino, Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni trucidati dal figlio sedicenne e dal compagno per la mancata accettazione della loro relazione.

Come prevedibile, all’indomani del pezzo, la comunità LGBT si è scagliata contro il povero direttore, la cui unica colpa, è stata quella di non essersi allineato al pensiero unico di chi vorrebbe aggiornare la vetusta fiaba dei vissero felici e contenti, alla più moderna, e vissero felici e contenti, seppur “diversi”.

Gianni Toffali
Verona

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor