Gli inglesi: “Vai a Venezia? Metti la mascherina, è pericoloso”

ultimo aggiornamento: 07/08/2017 ore 06:37

1145

grandi navi a venezia
Venezia è pericolosa, lo dice uno dei più autorevoli giornali inglesi, “The Guardian”. Il pericolo arriva dall’alto, precisamente dal cielo, recita il tabloid. “Non dimenticate di indossare le mascherine a Venezia…” consiglia il quotidiano dei sudditi di Sua Maestà, “Lo smog delle navi è pericoloso…”.

“Hanno ragione i veneziani…”, racconta il giornale «Se vi recate quest’estate a Venezia per una vacanza, non dimenticate di mettere in valigia la vostra mascherina anti-smog. Preoccuparsi dell’aria inquinata può sembrare strano in una città con poche strade e macchine, ma l’aria di Venezia presenta dei rischi nascosti».

La denuncia viene rivelata dalla Nuova Venezia in edicola oggi con un articolo a firma Enrico Tantucci. E, da quanto si legge, c’è poco da scherzare.


Il quotidiano britannico The Guardian sposa la causa ambientalista sul problema del passaggio delle navi da crociera in Bacino San Marco e dell’inquinamento da loro prodotto. La denuncia è apparsa nell’edizione di ieri un articolo di Axel Friedrich, ambientalista tedesco esperto di inquinamento che lavora con l’Ong tedesca Nabu, e che ha già fatto un paio di anni fa con il suo pool rilevazioni sull’inquinamento prodotto a Venezia dalle navi da crociera, in collaborazione anche con il Comitato NoGrandiNavi.

La Nuova in edicola è impietosa con dati e citazioni: «Inquinamento in laguna 500 volte superiore a quello in mare», con l’articolo che si intitola: «Diretti a Venezia? Non dimenticate la mascherina anti-smog».

L’esperto aggiunge che «i veneziani hanno ragione ad essere arrabbiati». «Ogni giorno cinque o sei delle più grandi navi da crociera del mondo avanzano nel cuore della città antica», scrive Fredrich sul Guardian. «Queste navi pubblicizzano i loro lussuosi ristoranti, le loro grandi piscine e il divertimento esotico ma non dicono nulla sulle esalazioni che sprigionano nell’atmosfera».


Il problema delle Grandi Navi pare lungi dall’essere risolto (e forse affrontato). Il ministro Delrio nell’ultimo anno ha più volte dato per imminente una scelta, il tema regolarmente torna fuori per poi finire nuovamente nel dimenticatoio e le navi continuano a sfilare davanti al bacino San Marco.

La realtà è che non è in arrivo nessun decreto governativo sul problema, nonostante lo stesso ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio avesse preso l’impegno della individuazione celere di una soluzione.

Le ipotesi rimaste sul tavolo dovrebbero essere due: un nuovo terminal a Marghera nell’area limitrofa alla Fincantieri, o lo scavo del canale Vittorio Emanuele.

► Grandi navi a Venezia, il grande pastrocchio
► Brugnaro e Costa, prove di accordo sulle Grandi Navi: passaggio isola delle Tresse

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here