5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
17.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Giulio Storti, fotografo di San Donà, morto in un incidente stradale

HomeCavallino Treporti JesoloGiulio Storti, fotografo di San Donà, morto in un incidente stradale

Giulio Storti, fotografo di San Donà, morto in un incidente stradale

Giulio Storti, 32 anni, è morto a causa di un incidente stradale. L’incidente sabato notte, la vittima era al volante della sua Renault. Giulio Storti sarebbe morto annegato, ma il referto dell’autopsia lo chiarirà meglio.

Secondo la prima ricostruzione dell’incidente, Giulio Storti, dopo aver percorso la strada provinciale 54 che collega Caorle a San Donà, ha svoltato verso via Valle Salici, una strada di campagna dove può aver perso il controllo della vettura. Ha percorso almeno 150 metri sull’erba, senza accorgersi che sulla destra c’era il canale dei Salici. L’auto c’è finita dentro dopo che la sua auto si è ribaltata più volte. L’acqua e il fango hanno quindi invaso l’abitacolo, mentre probabilmente il giovane giaceva svenuto.

Verso le 7.30 i primi soccorsi, poi concretizzati con i vigili del fuoco di San Donà, il Suem 118 sandonatese, i carabinieri di Caorle, il nucleo sommozzatori dei pompieri e l’autogru, ma per Giulio Storti non c’era più nulla da fare.

Giulio Storti era un fotografo stimato e apprezzato, originario di Passarella, frazione di San Donà. La sua morte getta sconforto nel mondo nazionale della fotografia, e in particolare in quella di San Donà e di Milano.

Redazione

24/11/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.