venerdì 28 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Giovanni, Gianpiero, Riccardo e Marco: quattro nuovi sacerdoti per la Chiesa di Venezia

HomeChiesaGiovanni, Gianpiero, Riccardo e Marco: quattro nuovi sacerdoti per la Chiesa di Venezia

Giovanni, Gianpiero, Riccardo e Marco: quattro nuovi sacerdoti per la Chiesa di Venezia

Il grande e gioioso appuntamento delle ‘ordinazioni sacerdotali’ – quattro quest’anno – è in programma la mattina di sabato 22 giugno 2019 quando, alle ore 10.00, nella basilica cattedrale di S. Marco a Venezia, per l’imposizione delle mani e la preghiera di consacrazione del Patriarca Francesco Moraglia, saranno ordinati presbiteri i quattro diaconi formati e provenienti dal Seminario Patriarcale di Venezia.

Ecco i loro nomi e un brevissimo profilo personale:

– don Giovanni Carnio (45 anni, laureato in Giurisprudenza, originario della parrocchia di S. Pietro di Favaro e dall’anno scorso impegnato nella collaborazione pastorale di Eraclea);

– don Gianpiero Giromella (27 anni, diplomato all’Istituto alberghiero, proveniente dalla parrocchia di Carpenedo e attualmente in servizio nella parrocchia di S. Maria Ausiliatrice a Jesolo Lido);

– don Riccardo Redigolo (31 anni, laureato in Architettura, originario della parrocchia di S. Giovanni Battista di Jesolo, in servizio pastorale negli ultimi mesi a Gambarare di Mira);

– don Marco Zane (32 anni, diplomato ragioniere, proveniente dalla parrocchia di S. Marco di Mestre, nell’ultimo anno ha collaborato con le parrocchie veneziane dei Gesuati, Carmini e S. Trovaso).

Il giorno successivo l’ordinazione – ossia la mattina di domenica 23 giugno – tutti e quattro i neosacerdoti presiederanno la loro “prima messa” nelle rispettive parrocchie di origine: alle ore 10.00 don Giovanni Carnio e don Marco Zane, alle 10.30 don Gianpiero Giromella e don Riccardo
Redigolo.

(nella foto i dei quattro ordinandi con – nell’ordine dall’alto in basso – don Giovanni Carnio (in piedi sul gradino più alto), don Marco Zane, don Riccardo Redigolo e don Gianpiero Giromella)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 16 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente conosci i nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del mattino. 365...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Carnevale di Venezia 2022 “soft”: controlli e niente feste di massa

"Venezia è pronta a ripartire, sarà un Carnevale certamente non di massa, non ci sarà il volo dell'Angelo (il volo dal campanile di San Marco al palco), ma ci saranno tanti controlli. La città ha dimostrato di saper gestire bene la...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

“Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Lettere

In risposta alla lettera “Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Mi si spezza il cuore ogni volta che vado a Venezia. La mia città dove sono nata e cresciuta e che amo profondamente. Vivo in terraferma da...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.