mercoledì 19 Gennaio 2022
4.3 C
Venezia

Ginko Films a Venezia – Apre una nuova casa di produzione cinematografica

HomeAltre NotizieGinko Films a Venezia – Apre una nuova casa di produzione cinematografica

Sono giovani, il loro colore è il giallo e come logo hanno una foglia di ginko biloba, la pianta della resilienza e resistenza, loro sono Andrea Mura, Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini, i fondatori della Ginko Films, la nuova casa di produzione cinematografica ed audio-visiva, nata a pochi passi da Santa Maria Gloriosa dei Frari.

ginko film la voce di venezia

Fondata grazie ai finanziamenti regionali POR FESR 2014-2020, la casa di produzione deve il suo nome alla pianta di ginko biloba, che tra le sue principali caratteristiche ha l’adattabilità e la resistenza, sopravvissuta all’estinzione dei dinosauri e alla bomba di Hiroshima.
Inaugurata sabato 1 giugno, con una festa durata tutta il giorno, i founder ci hanno accolto nel loro studio-casa, con tutto il calore possibile. Ed è così che è iniziata una bella chiacchierata, introdotta da Manuela Morana, l’addetta comunicazione ed ufficio stampa.

A prendere la parola per primo è stato Giovanni, il veneziano tra i tre, conosciutisi tutti al Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo (Chiara è trevigiana e Andrea sardo). Dopo gli studi, grazie alla loro sintonia, hanno deciso di lanciare Ginko Films nel 2018 e scommettere su Venezia come base operativa.
«Abbiamo scelto questa città – ci ha rivelato Giovanni – per dare un segnale in controtendenza. Pensiamo che far rete con la produzione, creando contenuti originali che nascono e vivono qui, sia la cosa migliore».

Il documentario d’esordio di Giovanni, Bring the Sun Home, realizzato con Chiara, è stato premiato in numerosi festival internazionali tra cui il Festival di Locarno e racconta la storia di due donne analfabete che vivono in un villaggio senza luce elettrica di El Salvador. Decidono di partire per l’India e frequentare un corso per imparare a costruire pannelli solari, contemporaneamente, nel Sud del Perù altre due donne appena tornate dallo stesso corso, dimostrano che da donne analfabete si più, con l’istruzione, diventare tenaci ingegneri in grado di portare il sole a casa di chi non ce l’ha.

Parlando proprio di Venezia, il regista ci ha raccontato di un progetto ancora in fase di produzione che verrà presentato alla prossima Mostra del Cinema di Venezia, intitolato Venezia Liquida, un viaggio cinematografico che esplora la città lagunare e la sua relazione con l’acqua. Saranno quattro veneziani a guidare lo spettatore lungo i canali, che potrà decidere se affidarsi ad uno solo di loro o a tutti, con percorsi diversi.

Chiara e Andre hanno invece parlato di come Ginko Film sia propensa a produrre progetti di giovani promesse e quali progetti sono stati sviluppati. Uno tra tutti la video installazione della regista greca Georgia Panagou, Akai Ito (in distribuzione), che mescola il mito giapponese, un paesaggio contaminato della Sardegna ed una storia d’amore.
La formazione personale è un altro dei punti di forza di Ginko Film, i tre non smettono di imparare soprattutto per in futuro, girare lungometraggi e co-produzioni internazionali.

La giornata di festeggiamenti si è conclusa alle 18.30 al Cinema Giorgione, con la proiezione di Indistinti confini, un film live happening, dove i video di alcuni cineasti, sono stati accompagnati dalla musica live dei membri dell’Ensemble L’Arsenal, protagonisti della prossima Biennale Musica.

Ora Ginko Film è aperta a tutti, artisti, chi vuole imparare, montatori (video e suono), sia per chi vuole semplicemente conoscere questa giovane realtà.

Alice Bianco
Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

“L’attuale modello economico è basato sull’assembramento: la IV ondata ve la siete cercata”. Lettere

"Nessuno ha mai controllato il rispetto delle regole negli alberghi di Venezia"

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...